Ricciardo: "Avrei potuto perdere la McLaren aspettando ancora"

L'australiano ha descritto la decisione di firmare con il team di Woking non semplice, ma molto diversa da quando scelse di lasciare la Red Bull.

Ricciardo: "Avrei potuto perdere la McLaren aspettando ancora"

Daniel Ricciardo ha rischiato di perdere l'occasione di andare in McLaren per il 2021, come ha rivelato.

L'attuale pilota della Renault ha infatti firmato con Woking appena la Ferrari ha annunciato Carlos Sainz come sostituto di Sebastian Vettel, sruttando il posto lasciato libero dallo spagnolo.

L'australiano stava valutando tutte le possibilità e a quel punto non ha potuto ritardare una decisione da prendere al volo.

“Diciamo che l'annuncio di Vettel che non rinnovava con la Ferrari ha un po' dato il via all'effetto domino - ha dichiarato Ricciardo al podcast della F1 - Le cose si sono mosse velocemente tra Carlos e il resto, anche se all'apparenza poteva sembrare che ci fosse tempo, in realtà era meglio muoversi immediatamente perché non ce n'era".

“Inizieremo a correre a luglio e non saremo al 100%, scopriremo come saremo messi solo dopo la prima o la seconda gara. Dovremo probabilmente attendere agosto o settembre per saperne di più e quindi aspettare troppo sarebbe stato rischioso".

Ricciardo ha anche ammesso che lasciare la Renault per la McLaren non è stata una decisione presa in modo secco, ma una combinazione di quello che è stato il 2019 e il potenziale che vedremo sulle auto inglesi con il motore Mercedes.

“La realtà è che tutte le squadre che parlano con te cercano di convincerti, specialmente ora che non ci sono gare. Quindi non resta che andare da chi ti attira maggiormente, da chi ti ispira di più. Poi chissà cosa accadrà... Se guardiamo allo scorso anno, che ora è l'unico riferimento, la McLaren è stato un team che ha fatto scalpore".

“La Mercedes ha vinto il titolo, ma la McLaren è chiaro che ha compiuto un grande salto in avanti. C'è grande carica fra loro e penso che ci si possa fidare. Cambieranno power unit e non sarà facile, come decisione da prendere è stata dura, anche perché non abbiamo ancora riferimenti del 2020".

Ricciardo ha poi descritto quale è stata la chiave della sua scelta.

"Sinceramente non è stato un fattore singolo. Non era la stessa situazione che avevo in Red Bull nel 2018, in quel caso erano anni che provavamo a vincere il titolo, ma arrivava solo qualche successo in gara, per cui era venuto il momento di cambiare".

“Qui le cose sono diverse, l'anno scorso non abbiamo raggiunto i risultati che volevamo, anche se non mi aspettavo di vincere. Ripeto, non è stata una scelta semplice, ma il tempo dirà se ho fatto bene o no".

condivisioni
commenti
Formula 1: semplificazione nella scelta delle gomme

Articolo precedente

Formula 1: semplificazione nella scelta delle gomme

Prossimo Articolo

Giovinazzi: "Deluso? No, contento di essere sulla lista Ferrari"

Giovinazzi: "Deluso? No, contento di essere sulla lista Ferrari"
Carica commenti
F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021
F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia? Prime

F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia?

Ci si lamenta spesso che la Formula 1 sia noiosa, ma se in realtà il problema nascesse da una regia internazionale che spesso manca i numerosi duelli che avvengono in pista per poi riproporli soltanto tramite replay?

Formula 1
20 lug 2021