Ricciardo: "Avrei potuto perdere la McLaren aspettando ancora"

L'australiano ha descritto la decisione di firmare con il team di Woking non semplice, ma molto diversa da quando scelse di lasciare la Red Bull.

Ricciardo: "Avrei potuto perdere la McLaren aspettando ancora"

Daniel Ricciardo ha rischiato di perdere l'occasione di andare in McLaren per il 2021, come ha rivelato.

L'attuale pilota della Renault ha infatti firmato con Woking appena la Ferrari ha annunciato Carlos Sainz come sostituto di Sebastian Vettel, sruttando il posto lasciato libero dallo spagnolo.

L'australiano stava valutando tutte le possibilità e a quel punto non ha potuto ritardare una decisione da prendere al volo.

“Diciamo che l'annuncio di Vettel che non rinnovava con la Ferrari ha un po' dato il via all'effetto domino - ha dichiarato Ricciardo al podcast della F1 - Le cose si sono mosse velocemente tra Carlos e il resto, anche se all'apparenza poteva sembrare che ci fosse tempo, in realtà era meglio muoversi immediatamente perché non ce n'era".

“Inizieremo a correre a luglio e non saremo al 100%, scopriremo come saremo messi solo dopo la prima o la seconda gara. Dovremo probabilmente attendere agosto o settembre per saperne di più e quindi aspettare troppo sarebbe stato rischioso".

Ricciardo ha anche ammesso che lasciare la Renault per la McLaren non è stata una decisione presa in modo secco, ma una combinazione di quello che è stato il 2019 e il potenziale che vedremo sulle auto inglesi con il motore Mercedes.

“La realtà è che tutte le squadre che parlano con te cercano di convincerti, specialmente ora che non ci sono gare. Quindi non resta che andare da chi ti attira maggiormente, da chi ti ispira di più. Poi chissà cosa accadrà... Se guardiamo allo scorso anno, che ora è l'unico riferimento, la McLaren è stato un team che ha fatto scalpore".

“La Mercedes ha vinto il titolo, ma la McLaren è chiaro che ha compiuto un grande salto in avanti. C'è grande carica fra loro e penso che ci si possa fidare. Cambieranno power unit e non sarà facile, come decisione da prendere è stata dura, anche perché non abbiamo ancora riferimenti del 2020".

Ricciardo ha poi descritto quale è stata la chiave della sua scelta.

"Sinceramente non è stato un fattore singolo. Non era la stessa situazione che avevo in Red Bull nel 2018, in quel caso erano anni che provavamo a vincere il titolo, ma arrivava solo qualche successo in gara, per cui era venuto il momento di cambiare".

“Qui le cose sono diverse, l'anno scorso non abbiamo raggiunto i risultati che volevamo, anche se non mi aspettavo di vincere. Ripeto, non è stata una scelta semplice, ma il tempo dirà se ho fatto bene o no".

condivisioni
commenti
Formula 1: semplificazione nella scelta delle gomme

Articolo precedente

Formula 1: semplificazione nella scelta delle gomme

Prossimo Articolo

Giovinazzi: "Deluso? No, contento di essere sulla lista Ferrari"

Giovinazzi: "Deluso? No, contento di essere sulla lista Ferrari"
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021