Ricciardo: "Niente parolacce? Allora dico: era ora!"

Daniel Ricciardo vince al Gran Premio d’Italia. L’epilogo perfetto di un weekend colmo di buoni presentimenti per l’australiano, che torna a sorridere dopo un avvio mondiale non proprio semplice...

Ricciardo: "Niente parolacce? Allora dico: era ora!"

Monaco 2018, Monza 2021. Tra la settima e l’ottava vittoria di Daniel Ricciardo in Formula 1 sono trascorsi tre lunghi anni, alti e bassi, cambiamenti e scelte. E tre edizioni del Gran Premio d’Italia che non hanno lasciato da parte i colpi di scena e le vittorie inaspettate.  

In realtà, in molti sapevano che la McLaren avrebbe potuto regalare spettacolo nella terra brianzola, e così è stato: addirittura doppietta, l’unica raggiunta da un team in questo Mondiale 2021 di Formula 1. 

Daniel, che qualcosa andasse per il verso giusto, se lo sentiva. Sin dal venerdì. E quando dentro si accende una fiamma ottimista, è difficile che venga spenta. 

Una partenza perfetta, un sorpasso perfetto, pulito, “alla Ricciardo”, nei confronti del suo ex compagno di squadra, che oggi ha guardato il resto della corsa dallo stanzino.  

Dopo tanta attesa, dopo quel tuffo in piscina nel Principato del 2018, finalmente, torna per lui il gradino più alto del podio. 

“Posso dire una parolaccia? No?! Allora dico...Era ora! La partenza è stata ottima, come lo è stata ieri. Ma non è da lei che è dipesa la mia vittoria perché non avevo la garanzia di restare leader fino alla fine della corsa. Ho tenuto giù il piede sin dal primo stint, magari non esagerando in termini di velocità, ma comunque cercando di fare abbastanza per tenere dietro Max. Poi, ci son state Safety Car, è successo un po’ di tutto, però che nessuno si sarebbe aspettato di vedermi in testa dall’inizio alla fine”. 

“C’era qualcosa dentro di me sin dal venerdì - continua - sapevo che sarebbe arrivato qualcosa di buono, me lo aspettavo”. 

Una bella scossa che smuove i suoi detrattori. Smuove coloro che lo ritenevano un pilota finito, dando ragione a chi, invece, sosteneva che era solo questione di tempo. E così è stato. Ma, in che modo, un Ricciardo, può commentare il suo difficile inizio di stagione? Così: “In realtà ho fatto finta per tutto l’anno, ho fatto finta di andar piano per poi sorprendervi tutti qui. A me non interessavano i terzi e quarti posti, volevo soltanto vincere e oggi ci sono riuscito”.  

“Dopo la pausa estiva ho ritrovato feeling con la macchina, e vincere, fare una doppietta, è folle per la McLaren: già salire sul podio è un grande risultato, ma fare doppietta è incredibile. Questa è per il team, per tutti noi, mi mancano le parole...” 

In fondo, la vittoria di oggi, per Daniel ha un po’ il profumo di casa. Per lui, l’australiano più tricolore della Formula 1, che saluta i tifosi presenti all’Autodromo di Monza parlando italiano: “Ho visto Charles in seconda posizione e ho pensato che avremmo visto una Ferrari sul podio. Alla fine, ho un nome italiano: spero che vada bene lo stesso”. 

L’importante è che vada bene a te Daniel. Con tanto di shoey. 

condivisioni
commenti
Hamilton attacca Max: "Sapeva che ci saremmo scontrati"

Articolo precedente

Hamilton attacca Max: "Sapeva che ci saremmo scontrati"

Prossimo Articolo

Max replica a Hamilton: "Non mi ha lasciato spazio!"

Max replica a Hamilton: "Non mi ha lasciato spazio!"
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021