Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
24 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
96 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
104 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
114 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
135 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
149 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
177 giorni
02 set
Prossimo evento tra
184 giorni
09 set
Prossimo evento tra
191 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
219 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
240 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
276 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
285 giorni

Retroscena: Senna poteva firmare con la Williams già per il 1992

Ayrton Senna aveva già un contratto pronto da firmare con la Williams per il 1992, ma scelse di rimanere in McLaren per correttezza nei confronti della Honda.

condivisioni
commenti
Retroscena: Senna poteva firmare con la Williams già per il 1992

Dopo aver vinto il suo terzo titolo in F1 nel 1991, il brasiliano era in scadenza con la squadra inglese e stava valutando le proposte alternative. Si sapeva che avrebbe potuto andare alla Williams, ma non c'era la certezza che lo facesse prima del 1994, anno in cui perse la vita nel tragico GP di San Marino ad Imola.

Oggi emerge un retroscena molto curioso, ossia che Senna già al GP del Belgio aveva pronti due contratti da firmare per il 1992: uno con la Williams e un altro per restare in McLaren.

“Ayrton voleva andare alla Williams, ma era anche corretto nei confronti di Honda - ricorda Julian Jakobi, suo manager di allora parlando al podcast di F1 Beyond the Grid - Il suo istinto era di andarsene, però sentiva anche un legame con Nobuhiko Kawamoto, che era presidente di Honda all'epoca. Erano molto vicini da quando arrivò in McLaren nel 1988 e assieme vinsero tre titoli".

"Nel 1991, verso la fine dell'anno, non era più sicuro che Honda fosse più quella di una volta, per quello comminciò ad avere preoccupazioni per il suo futuro".

Jakobi si aspettava che Senna firmasse con la Williams prima di Spa, ma nella notte pensò a Kawamoto e alla Honda.

"Ricordo che andai a Spa con due contratti per Ayrton da firmare: uno per McLaren e l'altro per Williams. Lui lo sapeva e credo che fosse intenzionato a firmare il secondo. Erano già pronti, mancava solo il suo autografo. Ma nella notte parlò con Kawamoto, che era in Giappone, e la domenica mattina arrivò da me dicendomi: 'Starò un altro anno qui'. E quindi rimase alla McLaren anche nel 1992”.

Quell'anno la Williams dominò con Nigel Mansell, che centrà 9 vittorie e 14 pole position in 16 gare. Senna se ne aggiudicò solo tre, ritrovandosi indietro in classifica e Jakobi rimane convinto che se il sudamericano fosse andato a Grove, Mansell non sarebbe rimasto lì.

“Non credo che Nigel sarebbe stato lì nel '92 con Senna, ma quando seppe che Ayrton avrebbe continuato con la McLaren allora restò e vinse il titolo. Kawamoto fu molto persuasivo con Senna sull'impegno che avrebbe messo Honda nel prosieguo del rapporto. Fu una decisione difficile e alla fine gli si ritorse contro. In quel momento le alternative erano due: lui preferì la lealtà".

Honda abbandonò la F1 al termine del 1992 e Senna valutò anche di prendersi un anno sabbatico nel 1993, come Alain Prost in quello precedente.

"Credo che Honda l'abbia detto ad Ayrton tre mesi prima che lo venisse a sapere Ron Dennis, era devastato. Doveva trovare un posto per il '93 e in quel momento era seriamente in procinto di restare a piedi".

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda
1/21

Foto di: Ercole Colombo

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda
2/21

Foto di: Ercole Colombo

Ayrton Senna, McLaren MP4/7A Honda, 1° classificato con Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, 2° classificato, che tenta il sorpasso negli ultimi giri

Ayrton Senna, McLaren MP4/7A Honda, 1° classificato con Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, 2° classificato, che tenta il sorpasso negli ultimi giri
3/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna lascia la McLaren MP4-6B Honda. Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, al GP del Messico del 1992

Ayrton Senna lascia la McLaren MP4-6B Honda. Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, al GP del Messico del 1992
4/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda

Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda
5/21

Foto di: Rainer W. Schlegelmilch

Marshal e tifosi salutano il vincitore della gara Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda, e il 2° classificato Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, nel giro di rientro del GP di Monaco GP a Monte Carlo, il 31 maggio 1992

Marshal e tifosi salutano il vincitore della gara Ayrton Senna, McLaren MP4-7A Honda, e il 2° classificato Nigel Mansell, Williams FW14B Renault, nel giro di rientro del GP di Monaco GP a Monte Carlo, il 31 maggio 1992
6/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna, McLaren MP4-5B Honda, al GP di Germania del 1990

Ayrton Senna, McLaren MP4-5B Honda, al GP di Germania del 1990
7/21

Foto di: Rainer W. Schlegelmilch

Honda festeggia le vittorie dei 50 GP, Ayrton Senna e Gerhard Berger, McLaren MP5/B, al GP del Messico del 1990

Honda festeggia le vittorie dei 50 GP, Ayrton Senna e Gerhard Berger, McLaren MP5/B, al GP del Messico del 1990
8/21

Foto di: Sutton Motorsport Images

Ayrton Senna, McLaren MP4/5B Honda, si buca una ruota, mentre Riccardo Patrese, Williams FW13B Renault lo sorpassa al GP del Messico del 1990

Ayrton Senna, McLaren MP4/5B Honda, si buca una ruota, mentre Riccardo Patrese, Williams FW13B Renault lo sorpassa al GP del Messico del 1990
9/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna, McLaren Honda MP4/5B precede Jean Alesi, Tyrrell Cosworth 018 e Gregor Foitek, Brabham Judd BT58, al GP degli Stati Uniti del 1990

Ayrton Senna, McLaren Honda MP4/5B precede Jean Alesi, Tyrrell Cosworth 018 e Gregor Foitek, Brabham Judd BT58, al GP degli Stati Uniti del 1990
10/21

Foto di: Sutton Motorsport Images

Ayrton Senna, Williams e Michael Schumacher, Benetton vengono interrogati sulla riforma della GPDA in seguito all'incidente fatale del giorno precedente

Ayrton Senna, Williams e Michael Schumacher, Benetton vengono interrogati sulla riforma della GPDA in seguito all'incidente fatale del giorno precedente
11/21

Foto di: Sutton Motorsport Images

Damon Hill e Ayrton Senna, Williams FW16-Renault

Damon Hill e Ayrton Senna, Williams FW16-Renault
12/21

Foto di: LAT Images

Nigel Mansell, Williams FW14 Renault, Ayrton Senna, McLaren MP4/6 Honda

Nigel Mansell, Williams FW14 Renault, Ayrton Senna, McLaren MP4/6 Honda
13/21

Foto di: LAT Images

Alain Prost, Williams FW15C Renault, in prima posizione, seguito da Ayrton Senna, McLaren MP4/8 Ford

Alain Prost, Williams FW15C Renault, in prima posizione, seguito da Ayrton Senna, McLaren MP4/8 Ford
14/21

Foto di: LAT Images

Tifosi con degli striscioni in omaggio alla memoria di Ayrton Senna, Williams, scomparso nella gara precedente

Tifosi con degli striscioni in omaggio alla memoria di Ayrton Senna, Williams, scomparso nella gara precedente
15/21

Foto di: Sutton Motorsport Images

GP d'Italia del 1993, Alain Prost, Williams, Damon Hill, Williams, Jean Alesi, Ferrari, e Ayrton Senna, McLaren, alla partenza

GP d'Italia del 1993, Alain Prost, Williams, Damon Hill, Williams, Jean Alesi, Ferrari, e Ayrton Senna, McLaren, alla partenza
16/21

Foto di: Ercole Colombo

Podio: il vincitore della gara Nelson Piquet, Williams, il secondo classificato Ayrton Senna, Lotus, il terzo classificato Nigel Mansell, Williams

Podio: il vincitore della gara Nelson Piquet, Williams, il secondo classificato Ayrton Senna, Lotus, il terzo classificato Nigel Mansell, Williams
17/21

Foto di: LAT Images

Nelson Piquet, Williams, Ayrton Senna, Lotus, GP d' Ungheria del 1986

Nelson Piquet, Williams, Ayrton Senna, Lotus, GP d' Ungheria del 1986
18/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna, Lotus, Nigel Mansell, Williams, GP di Spagna del 1986

Ayrton Senna, Lotus, Nigel Mansell, Williams, GP di Spagna del 1986
19/21

Foto di: LAT Images

Ayrton Senna, McLaren, Thierry Boutsen, Williams, GP d' Ungheria del 1990

Ayrton Senna, McLaren, Thierry Boutsen, Williams, GP d' Ungheria del 1990
20/21

Foto di: LAT Images

Nelson Piquet, Williams, Ayrton Senna, McLaren, Nigel Mansell, Williams, GP d' Italia del 1987

Nelson Piquet, Williams, Ayrton Senna, McLaren, Nigel Mansell, Williams, GP d' Italia del 1987
21/21

Foto di: LAT Images

FIA alla sede Racing Point per valutare la "Mercedes Rosa"

Articolo precedente

FIA alla sede Racing Point per valutare la "Mercedes Rosa"

Prossimo Articolo

Ferrari: riapre il 4 maggio il prodotto e il 20 la F1

Ferrari: riapre il 4 maggio il prodotto e il 20 la F1
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Ayrton Senna
Team McLaren , Williams
Autore Luke Smith
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021
F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino Prime

F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino

Cos'hanno in comune la Tyrrell e la Mercedes? Molto più di quel che sembra. Infatti, un semplice cambio di residenza della Casa di Stoccarda, ha generato un filo conduttore tra tante squadre diverse tra loro. Un viaggio nella storia della Formula 1 che parte dagli anni Settanta.

Formula 1
27 feb 2021
Gasly: i pro e i contro della permanenza in AlphaTauri Prime

Gasly: i pro e i contro della permanenza in AlphaTauri

Il pilota francese proseguirà la sua esperienza con AlphaTauri anche nel 2021 ed avrà il compito di essere la guida del team di Faenza. Il mancato ritorno in Red Bull dopo un 2020 spettacolare, però, potrebbe segnare il suo futuro.

Formula 1
26 feb 2021
I team di Formula 1 potranno aggirare il budget cap? Prime

I team di Formula 1 potranno aggirare il budget cap?

Il 2021 vedrà alcune modifiche tecniche e regolamentari che potrebbero avere un grande impatto sullo show in pista. Rodi Basso ha analizzato i pro e i contro, con una particolare attenzione alle zone grigie del budget cap.

Formula 1
26 feb 2021