Retroscena Mercedes: Bottas rinnova per una clausola in Ungheria?

condivisioni
commenti
Retroscena Mercedes: Bottas rinnova per una clausola in Ungheria?
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
17 lug 2017, 10:33

Toto Wolff a Silverstone ha detto che Valtteri resterà al 90% in Mercedes, ma Bottas se in Ungheria avrà il 90% dei punti di Hamilton sarà automaticamente rinnovato per il 2018: nel contratto c'è una clausola di cui nessuno si ricordava...

Second place Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, congratu
Il vincitore Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, appalude il secondo classificato Valtteri Bottas, Merc
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia con il fratello Nicolas Hamilton, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Billy Monger e il team
La grid girl di Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08 festeggia nel parco chiuso, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08, pit stop
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08

Mentre i riflettori del Mondiale 2017 sono tutti puntati sul duello Hamilton-Vettel, c’è chi continua ad avvicinarsi alla vetta della classifica generale sperando di non dare molto nell’occhio.

Nel giorno del trionfo di Lewis Hamilton nel suo Gran Premio di casa, Valtteri Bottas ha concluso un weekend difficile cogliendo il massimo risultato possibile. La piazza d’onore di Silverstone è particolarmente significativa nell’economia del mondiale del finlandese.

E, infatti, sul podio ha sfoggiato il sorriso dei giorni migliori, forse anche più raggiante di quello che avevamo visto sette giorni prima a Silverstone quando ha vinto!

I motivi della soddisfazione di Bottas sono molti. Il primo è che quello di aver lasciato Silverstone dopo aver recuperato 12 punti a Vettel. Ora Valtteri è a 23 lunghezze dalla leadership di campionato, un margine teoricamente recuperabile in una gara, quindi in piena lotta per il Mondiale anche se con l’ingombrante vicino di box rende difficile (oggi) immaginare il grande exploit.

Soddisfazione c’è stata anche per aver completato la doppietta Mercedes dopo essere scattato dalla nona posizione. Sette giorni prima Hamilton in Austria non era riuscito ad andare oltre la quarta piazza dopo essere partito dall’ottavo posto, quindi un punto a favore per Bottas nell’aver smarcato al meglio il problema al cambio.

C’è poi l’aspetto che forse occupa la prima posizione nelle priorità di Bottas, ed è quello del rinnovo contrattuale. Lo scorso inverno avevamo anticipato che Toto Wolff avrebbe preso una decisione dopo il Gran Premio di Budapest. Sembra difficile oggi immaginare un Bottas appiedato, ma probabilmente ad essere in discussione è la durata del nuovo contratto che Wolff ha previsto in una stagione per lasciare aperte tutte le opportunità per quando, tra dodici mesi, ci saranno sul mercato molti top-driver.

Ieri il boss della Mercedes ha detto che deciderà in agosto sulle spiagge della Sardegna dove sarà in vacanza, ma potrebbe anche non essere così. C’è infatti una voce che gira nel paddock, secondo la quale Valtteri vedrebbe automaticamente rinnovato il suo contratto anche per il 2018 se dopo la gara di Budapest avrà il 90% dei punti di Hamilton. Una clausola che sarebbe nel suo contratto, e che probabilmente nessuno (in Mercedes) pensava che sarebbe stata possibile esercitare. Oggi non è fantascienza, perché se Bottas salirà sul podio di Budapest precedendo Lewis centrerà clamorosamente l’obiettivo.

Prossimo Articolo
Alonso spera che la McLaren scelga presto il motore per il 2018

Articolo precedente

Alonso spera che la McLaren scelga presto il motore per il 2018

Prossimo Articolo

La Renault smentisce i rumors sulla sostituzione di Palmer

La Renault smentisce i rumors sulla sostituzione di Palmer
Carica commenti