Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
FP1 in
108 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
115 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
136 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
150 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
164 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
192 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
199 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
213 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
219 giorni
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
247 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
254 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
268 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
282 giorni

Retroscena meeting team principal: Pirelli disponibile a sperimentare gomme prototipo?

condivisioni
commenti
Retroscena meeting team principal: Pirelli disponibile a sperimentare gomme prototipo?
Di:
28 giu 2019, 11:23

Se il ritorno alle gomme 2018 è stato stroncato da una votazione che ha visto cinque squadre contro su dieci, mentre ne servivano sette a favore, si è registrata la disponibilità Pirelli a partecipare a un tavolo, dove ci saranno anche i piloti, per anticipare alcune soluzioni 2020?

La riunione dei team principal che si è svolta venerdì mattina al Red Bull Ring su proposta di Liberty Media non è stata inutile: è vero che è stata bocciata la proposta di riportare le gomme 2018 nella seconda parte della stagione con una votazione di 5 team a 5 (contro il cambiamento hanno votato Mercedes, Williams, Racing Point oltre a McLaren e Renault), ma il tema non è stato affatto derubricato.

Il retroscena, infatti, è che la Pirelli si sarebbe resa disponibile a sperimentare una gomma in prefigurazione 2020, magari portandola nelle prove libere dei GP a seguire l’estate, riprendendo un concetto che è stato lanciato nei giorni scorsi da Romain Grosjean, presidente in carica della GPDA, l’associazione dei piloti.

Il francese si era ispirato alla MotoGP: “Sono un buon amico di Fabio Quartararo e gli ho chiesto: 'Perché usi la gomma dura in qualifica quando hai tre mescole a disposizione? Dura, media e morbida?’. Il pilota Yamaha mi ha risposto che a ogni gara la gomma dura è il prototipo di un pneumatico Michelin dotato di una nuova tecnologia”.

"Non importa che sia il più duro dei composti, ma introduce una nuova tecnologia – insiste Grosjean – si potrebbe mantenere un compound morbido e medio che conosci e portare qualcosa di nuovo come alternativa”.

Ovviamente non è questo il concetto che verrà ripreso in F1, ma pare che ci sia la disponibilità della Pirelli a fare delle prove in stagione per valutare soluzioni che siano condivise da tutti, senza scatenare spaccature nel paddock.

Intanto va segnalato che al meeting dei team principal c’erano anche alcuni piloti in rappresentanza della GPDA, accogliendo la richiesta che era partita da Lewis Hamilton: al meeting hanno partecipato in modo molto costruttivo anche Romain Grosjean, Sebastian Vettel, Carlos Sainz e l’ex direttore GPDA, Alexander Wurz.

Insomma, al di là delle fumata nera sul ritorno alle gomme 2018 che avrebbe posto delle questioni di sicurezza, potrebbe aprirsi un tavolo di discussione per provare nella seconda parte della stagione alcune gomme prototipo. Vedremo se dalle chiacchiere si passerà ai fatti…

Prossimo Articolo
Red Bull Ring, Libere 1: Vettel a sandwich fra le Mercedes con gomme più dure!

Articolo precedente

Red Bull Ring, Libere 1: Vettel a sandwich fra le Mercedes con gomme più dure!

Prossimo Articolo

Ferrari: per sfruttare l'ala anteriore più carica appare un nuovo muso in Austria

Ferrari: per sfruttare l'ala anteriore più carica appare un nuovo muso in Austria
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Location Red Bull Ring
Autore Franco Nugnes