Retroscena: Hamilton non ha sbagliato la procedura di partenza!

Lauda ammette che toccherà ai tecnici Mercedes trovare una risposta nella telemetria, perché Hamilton, dopo essersi assunto la responsabilità dell'errore via radio, ha detto che lui ha rispettato la procedura, ma la frizione era... inconsistente

Via radio Lewis Hamilton aveva voluto chiedere scusa alla squadra per la pessima partenza al via del GP d'Italia: il poleman ha chiuso il primo giro al sesto posto, dietro alla Williams di Valtteri Bottas. Rispetto a Nico Rosberg, il campione del mondo ha tagliato il traguardo con un ritardo di 3"888. Un'enormità. 

L'inglese ha perso molto tempo dietro alla FW38 e si è reso conto in fretta che per la seconda gara di seguito in sette giorni avrebbe dovuto chinare il capo al compagno di squadra tedesco. Il tre volte campione del mondo avrebbe rovinato allo spegnimento dei semafori quello che sembrava un weekend perfetto, visto che in qualifica proprio Nico aveva pagato quasi quattro decimi.

Ma nelle interviste dopo il podio Lewis ha raddrizzato il tiro, sostenendo che lui non aveva sbagliato niente nella procedura di partenza per cui ci doveva essere qualcosa che era andato storto: "Ovviamente la gara l'ho persa in partenza. Sapevo che i miei ingegneri si sarebbero agitati per come è stato l'inizio della corsa, così ho cercato di togliergli della pressione di dosso. Ho fatto tutto quello che dovevo, ma ho sentito una certa inconsistenza della frizione". 

Hamilton è stato sfilato subito dai due ferraristi,  ma non solo...
"Mi hanno infilato da tutte le parti, ma avevo rispettato la pricedura come sempre. Posso solo dire che ho avuto un gran pattinamento delle ruote posteriori, un po' è successo a Nico a Hockenheim".

Abbiamo incontrato Niki Lauda prima che lasciasse il paddock di Monza e all'austriaco abbiamo chiesto lumi sulla partenza di Lewis: "Non saprei cosa rispondere. Dobbiamo guardare tutti i dati della telemetria per capire cosa sia successo. Il dubbio che qualcosa non abbia funzionato c'è...".

Insomma, Hamilton da colpevole si potrebbe trasformare in vittima. Un surriscaldamento della frizione (problema che lo ha già condizionato pesantemente all'inzio della stagione)  sta riaprendo la partita mondiale, ma un conto è sentirsi responsabili della situazione e un altro poter vantare dei... crediti.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Italia
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Monza
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie