Retroscena Ferrari: Vettel aveva rotto il fondo già in Q2!

Vettel non ha potuto esprimere il vero potenziale della SF16-H perché per una scordolata in Q2 ha rovinato il fondo della Rossa: il tedesco ha dovuto affrontare la Q3 con la macchina menomata perché non c'era tempo per la riparazione.

C'è un retroscena nella qualifica di Sebastian Vettel: la prestazione del pilota tedesco è stata condizionata da un contatto con un cordolo avvenuto nel primo “run” della sessione Q2. Il quattro volte campione del mondo ha danneggiato il fondo della sua Ferrari mentre era lanciato in quello che è risultato il suo miglior giro della Q2 (1’15”630), ed una volta tornato ai box la squadra del Cavalino ha subito identificato il danno che era segnalato da una perdita di carico visibile in telemetria.

Era impossibile pensare di tentare una riparazione, a causa della mancanza di tempo fra le ultime due sessioni della qualifica. Forse è per questo motivo che Vettel, al termine della Q2, è rientrato in pista compiendo prima un giro molto lento (per lanciarsi qualora la pista si fosse confermata più veloce mettendo a rischio il suo passaggio in Q3) ma anche un secondo più lento che in realtà non era necessario visto che Sebastian ha preso subito la bandiera a scacchi.

Sia chiaro non si è trattato di un problema che ha compromesso la possibilità di Vettel a puntare alla seconda fila, ma molto probabilmente il tedesco avrebbe potuto puntare alla quinta posizione andata al compagno di squadra, Kimi Raikkonen.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Germania
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Hockenheim
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie