Reprimenda per Hamilton: ha messo la retro in pit lane

Il campione del mondo Hamilton, dopo aver firmato la 51esima pole position della carriera con la Mercedes era finito sotto inchiesta dei commissari sportivi per aver percorso un tratto di pit lane in retromarcia per mancanza di indicazioni.

Lewis Hamilton è finito sotto inchiesta! L'autore della pole position nel Gp del Bahrain ha rischiato di essere sanzionato per aver messo la retromarcia in pit lane e aver percorso qualche metro in senso contrario contravvenendo all'articolo 28.3 del Regolamento Sportivo della FIA.

Il collegio dei commissari sportivi ha deciso di punire il tre volte campione del mondo solo con una reprimenda perché non gli sono state delle precise indicazioni mentra Lewis stava parcheggiando la sua monoposto.

L'equipe giudicante che ha in Derek Warwick l'ex pilota nel collegio ha deciso con logica, evitando di accanirsi con il pilota inglese che non ha fatto alcuna manovra pericolosa, anche se ogni pilota deve aver ben stampata nella memoria che nella corsia dei box non è possibile muoversi in retromarcia con il motore in moto.

  Pacato il commento di Lewis Hamilton: "Ho rallentato davanti alla linea del imite di velocità  e sono andato a bassa velocità cercando di capire dove dovessi andare. Di solito c'è un addetto che indica dove andare. Questa volta non c'era nessuno, o comunque non mi stava guardando".

"E' per questo che ho pensato che forse avrei dovuto andare ancora, ma non ho trovato nessuno che mi indicasse cosa fare. Quando sono arrivato nella zona blu ero arrivato dove si fa la foto della pole e allora ho messo la retro e poi mi sono fermato davanti al garage dove sono andato a pesarmi".


 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie