Renault ufficializza Budkowski come direttore esecutivo. Da aprile?

condivisioni
commenti
Renault ufficializza Budkowski come direttore esecutivo. Da aprile?
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
06 ott 2017, 05:56

La Casa francese ha rotto gli indugi: prima che potesse scattare qualche vincolo sull'assunzione dell'ex capo tecnico FIA, Abiteboul ha confermato che Budkoski andrà a rinforzare il team di Enstone, ma potrebbe arrivare solo ad aprile

Jerome Stoll, Director of Renault Sport F1, Cyril Abiteboul, Renault Sport F1 Managing Director and
Renault Sport F1 Team pit stop practice
Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team RS17
Marcin Budkowski, responsabile tecnico FIA e Matteo Bonciani Responsabile comunicazione FIA
Renault Sport F1 Team fans
Renault Sport F1 Team fan gifts
Renault Sport F1 Team F1 Team helmet
Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team

Adesso è ufficiale: il team Renault Sport Formula 1 ha confermato che Marcin Budkowski, ex responsabile tecnico della FIA in Formula 1, sarà assunto come direttore esecutivo. L'ingegnere polacco sarà libero dai vincoli contrattuali con la Federazione Internazionale dopo un periodo di gardening di soli tre mesi. In realtà Abiteboul avrebbe trattato con la FIA che l'assunzione di Marcin potrebbe scattare solo da aprile anziché ad inizio anno.

La Renault ha rivelato che Budkowski sarà responsabile di tutte le attività relative allo sviluppo e alla produzione del telaio R.S.32.

Cyril Abiteboul, CEO di Renault Sport Formula 1 ha dichiarato: "Ci sono stati molti cambiamenti positivi negli ultimi mesi con un'espansione di personale a Enstone senza considerare la ristrutturazione della factory di Viry Chatillon dove si preparano i motori. Dovremo fornire oltre al team ufficiale anche altre due squadre top per il 2018, e dobbiamo difendere i tre titoli in fila conquistati in un sempre più competitivo campionato di Formula E e in altre categorie. Tutto questo sta accadendo in un contesto in cui le stagioni sono più lunghe e più intense. Era chiaro che la nostra struttura avesse bisogno di rinforzi".

"La missione di Marcin sarà quella di rafforzare la factory di Enstone per consentire a Renault di tornare a essere un top team di F.1 entro il 2020, facendo affidamento su personaggi storici come Bob Bell, Nick Chester e Rob White".

"L'arrivo di Marcin è un'ulteriore prova della nostra determinazione nel raggiungere i nostri obiettivi".

Il comunicato ufficiale ha scatenato le proteste del paddock dal momento che Marcin Budkowski è a conoscenza di molte informazioni tecniche sensibili sui progetti che i singoli team stanno portando avanti sulle monoposto 2018.

I team che sono parte dello Strategy Group (Mercedes, Ferrari, Red Bull, McLaren, Williams e Force India)  hanno scritto una lettera di protesta al presidente della FIA, Jean Todt e al CEO di Formula 1, Chase Carey, per esprimere la loro protesta.

La sensazione è che la Renault abbia giocato d'anticipo proprio per bloccare Budkowski ed evitare che possano scattare dei provvedimenti che avrebbero potuto bloccare il passaggio del polacco alla Casa francese. La questione, comunque, non si concluderà con l'ufficializzazione dell'ex responsabile FIA. Ora si aspetta la reazione degli altri team e la posizione della Federzione Internazionale che, finora, ha preferito tacere, senza mai motivare quale sia stata la causa che ha portato Marcin a lasciare il delicato ruolo che aveva acquisito in FIA.

Prossimo Articolo
Carica commenti