Renault: reclamo a Racing Point farà capire la direzione della F1

Marcin Budkowski, direttore esecutivo della Renault, spiega: "Vogliamo capire quale sarà la direzione che la F1 prenderà. Noi non siamo d'accordo sul passaggio di parti e progetti tra i team".

Renault: reclamo a Racing Point farà capire la direzione della F1

Secondo Renault, la protesta fatta nei confronti della Racing Point RP20 - in particolare sul brake duct ritenuto uguale a quello delle Mercedes W10 - sarà cruciale per definire il modello che la Formula 1 vorrà perseguire nel prossimo futuro.

Ricordiamo che Renault ha presentato una protesta formale contro il team di Silverstone dopoil gran Premio di Stiria andato in scena lo scorso fine settimana per l'estrema somiglianza tra la RP20 e la Mercedes dell'anno passato.

Racing Point ha ammesso apertamente di aver basato il design della propria monoposto sulla Mercedes dello scorso anno, ma ha anche sempre sottolineato di averlo fatto rimanendo all'interno del regolamento.

La protesta della Renault si è concentrata sul brake duct della RP20 e il direttore esecutivo della Renault, Marcin Budkowski, ha spiegato che la decisione sarà cruciale per capire cosa sarà consentito fare in futuro nelle collaborazioni tra i team nei prossimi anni.

"Per noi è importante chiarire cosa sia permesso e cosa non lo sarà per questa stagione. Noi abbiamo protestato per questa stagione, ma sarà importante capire cosa sarà possibile e lecito fare anche nel corso delle prossime stagioni. Sarà importante capire che F1 vogliamo per il prossimo futuro".

Qual è il modello di F1 che vogliamo? Vogliamo un modello in cui abbiamo 10 team che si battono indipendentemente l'uno contro l'altro, soprattutto nel contesto di uno sport più equo, una distribuzione dei proventi più equa, budget cap, in modo tale che tanti team possano arrivare a un certo livello. Magari non subito, ma nel tempo".

"C'è una grande opportunità, assieme al regolamento del 2022, al regolamento tecnico, con le monoposto in grado di seguirsi e superarsi, creando corse più spettacolari. C'è una grande opportunità, perché potremo avere 10 team che lottano ad armi pari. Per noi sarà importante capire quale sarà il livello di scambio consentito".

"E' ammissibile ottenere parti e progetti da un'altra squadra e utilizzarli sulla propria monoposto oppure no? Noi pensiamo che non sia il modello giusto per il futuro della F1".

condivisioni
commenti
Binotto: "Il motore Ferrari ha perso prestazione per le TD"

Articolo precedente

Binotto: "Il motore Ferrari ha perso prestazione per le TD"

Prossimo Articolo

F1 in lutto: è scomparso l'Ingegner Ron Tauranac

F1 in lutto: è scomparso l'Ingegner Ron Tauranac
Carica commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021