Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
111 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
153 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
167 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
181 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: prove di visibilità con lo specchietto retrovisore attaccato all'Halo

condivisioni
commenti
Renault: prove di visibilità con lo specchietto retrovisore attaccato all'Halo
Di:
7 giu 2018, 19:14

Dopo la Ferrari, anche il team di Enstone adotta il retrovisore sinistro che è ancorato alla protezione della testa, mentre quello destro è attaccato tradizionalmente al telaio.

Dopo la Ferrari, anche la Renault è pronta a sperimentare una soluzione che permetta ai piloti di avere una maggiore visibilità posteriore con gli specchietti.

Sulla R.S.18 di Nico Hulkenberg è stato montato sul lato sinistro un retrovisore che è ancorato all’Halo, con una soluzione posticcia che permetterà ai tecnici di Enstone di spostare gli attacchi in modo da trovare la migliore posizione affinché il tedesco abbia la massima copertura del campo visivo posteriore, mentre sul lato destro è stata mantenuta la tradizionale soluzione che è attaccata al telaio.

Nick Chester ha spiegato che l’attacco all’Halo è stato già modificato rispetto alla versione originale che era stata studiata inizialmente, dopo che la FIA ha emesso la direttiva tecnica prima di Monte Carlo per spiegare come mai l’ancoraggio della SF71H era stato giudicato non conforme dai tecnici di Charlie Whiting.

Come si ricorderà il flap aggiuntivo della Rossa che, almeno sulla carta, serviva a evitare le vibrazioni degli specchietti grazie alla presenza di un tirante. L’aletta è stato vietata perché giudicata utile solo a fini aerodinamici.

La FIA ha specificato che il supporto del retrovisore attaccato all’Halo non può stare sopra allo specchietto, ma di lato o sotto e la Renault, come la Ferrari, ha portato in Canada una soluzione che dovrebbe andare seriamente incontro alle esigenze dei piloti. La versione definitiva dovrebbe fare il suo debutto in uno dei prossimi GP.

Prossimo Articolo
Raikkonen: "E' la prima pista dell'anno dove bisogna sfruttare tutti i cordoli"

Articolo precedente

Raikkonen: "E' la prima pista dell'anno dove bisogna sfruttare tutti i cordoli"

Prossimo Articolo

Vettel: "Montreal è la pista giusta per montare un motore con qualche cavallo in più!"

Vettel: "Montreal è la pista giusta per montare un motore con qualche cavallo in più!"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Canada
Sotto-evento Giovedì
Piloti Nico Hulkenberg Acquista adesso
Team Renault F1 Team
Autore Giorgio Piola