Formula 1
27 giu
-
30 giu
Evento concluso
11 lug
-
14 lug
Evento concluso
25 lug
-
28 lug
Evento concluso
01 ago
-
04 ago
Evento concluso
G
GP del Belgio
29 ago
-
01 set
05 set
-
08 set
G
GP di Singapore
19 set
-
22 set
26 set
-
29 set
G
GP del Giappone
10 ott
-
13 ott
G
GP del Messico
24 ott
-
27 ott
G
GP degli Stati Uniti
31 ott
-
03 nov
G
GP del Brasile
14 nov
-
17 nov
G
GP di Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic

Renault per migliorare il suono, toglierebbe i vincoli di consumo dal 2019

condivisioni
commenti
Renault per migliorare il suono, toglierebbe i vincoli di consumo dal 2019
Di:
2 nov 2017, 10:17

Abiteboul, capo di Renault Sport F1, ricusa la proposta di FIA e FOM sui motori 2021, ma per aumentare il rumore propone di aumentare il regime di rotazione di 3 mila giri delle attuali power unit, togliendo i limiti di consumo già dal 2019.

Cyril Abiteboul, Managing Director, Renault Sport F1 Team, Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team
Red Bull Racing RB13 rear detail
Ferrari SF70H, nuovo airbox
Charlie Whiting, FIA
Valtteri Bottas, Mercedes-Benz F1 W08
Toto Wolff, Direttore Esecutivo Mercedes AMG F1
Gene Haas, Team Owner, Haas F1 Team, Ross Brawn, Managing Director of Motorsports, FOM
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H

Renault e Mercedes temono che la proposta sui motori 2021 lanciata da FIA e Group F1 abbia l’effetto di fare crescere i costi per poi avere una griglia meno competitiva.

I due Costruttori che hanno preso la parola, mentre Ferrari e Honda tacciono, sono allineati nel bocciare le idee lanciate martedì a Parigi, ritenendo che sarebbe più facile raggiungere gli stessi risultati togliendo i vincoli di consumo della benzina e alzando il regime di rotazione delle attuali power unit.

Togliere la MGU-H per recuperare diversamente la potenza del motore elettrico significherebbe rifare dei motori da zero con costi insostenibili, buttando a mare gli investimenti sostenuti per sviluppare queste power unit.

Cyril Abiteboul, amministratore delegato di Renault Sport F1, ha le idee chiare: "A dispetto di quello che vanno dicendo FOM e FIA, ciò che ci è stato presentato è un nuovo motore. È una nuova power unit con un sacco di… trucchetti, ma è a tutti gli effetti un nuovo motore. E questo per me è l'elemento fondamentale da affrontare”.

"Dobbiamo stare molto attenti perché ogni volta che si arriva a deliberare una nuova regolamentazione con un nuovo prodotto – che sia un motore o un telaio – non sappiamo quale sarà l’impatto sia l'impatto. Così si rischia di aprire una nuova corsa agli armamenti mentre l’obiettivo era anche la convergenza delle prestazioni".

Il tecnico Mercedes Toto Wolff ha dichiarato a Motorsport.com: "Quando guardi i punti puntati, non sembra un grande cambiamento ed è superficialmente simile, ma c'è un grande cambiamento.

"Siamo tutti disponibili ad analizzare come ridurre i costi e migliorare il suono, ma non dobbiamo scappare dalla realtà per introdurre concetti nuovi che potrebbero fare esplodere i costi dei prossimi tre anni”.

Motori che girano più in alto

Renault e Mercedes sono concordi che sia possibile portare il regime di rotazione al limite concesso dall’attuale regolamento: le power unit girano a 12 mila giri, mentre le norme consentirebbero di arrivare a 15 mila. Ma non bisogna essere ingegneri per capire che l’incremento di 3 mila giri sarà possibile se si toglierà il limite di consumo istantaneo di 100 kg/h…

Toto Wolff ha spiegato: "Con 3 mila giri in più il suono diventerebbe molto più robusto. Come arrivarci sarebbe facile con le attuali power unit”.

La Renault, addirittura, avrebbe suggerito che questi aggiornamenti che non richiederebbero la progettazione di nuovi motori, potrebbero essere introdotti già nel 2019 se tutti i Costruttori fossero d'accordo.

"Certi interventi si potrebbero fare senza dover aspettare fino al 2021 – spiega Abiteboul -. Il mondo sta cambiando rapidamente, entro il 2022, un certo numero di Case automobilistiche passerà a vetture elettriche, quindi penso che sia il momento di decidere quello che vorremo per il periodo 2021 - 2026".

 

Prossimo Articolo
Hamilton si racconta: "Tutto è cominciato da quel pugno sul naso"

Articolo precedente

Hamilton si racconta: "Tutto è cominciato da quel pugno sul naso"

Prossimo Articolo

La Red Bull vuole rinnovare Ricciardo, ma è disposta ad aspettare

La Red Bull vuole rinnovare Ricciardo, ma è disposta ad aspettare
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Renault F1 Team
Autore Jonathan Noble