F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: nei test in Bahrain ha debuttato il mozzo forato

Sulla R.S.17 sono stati portati i primi sviluppi importanti: la monoposto di Enstone adotta i mozzi forati nell'anteriore per migliorare l'andamento dei flussi verso il retrotreno della monoposto. Provata anche una nuova ala anteriore.

La Renault nella prima giornata di test in Bahrain ha portato delle novità tecniche che sono destinate a fare crescere il potenziale della R.S.17 che nel GP di domenica scorsa ha conquistato i primi due punti iridati della stagione grazie al nono posto conquistato da Nico Hulkenberg.

La Casa francese in attesa di risolvere i problemi legati alla power unit, l'evoluzione prestazionale arriverà solo in occasione del GP del Canada, ha continuato a sviluppare la monoposto disegnata da Nick Chester: sulla pista di Al Sakhir nei collaudi di martedi sono apparsi il mozzo forato e una nuova ala anteriore.

Nell'immagine LAT è possibile vedere il pilota tedesco impegnato con la modifica alla ruota anteriore: grazie al mozzo forato, infatti, la R.S.17 può gestire meglio i flussi che dall'esterno della ruota anteriore i tecnici di Enstone cercano di far riattaccare verso il retrotreno nel tentativo di accrescere il carico aerodinamico.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Bahrain, test di Aprile
Sub-evento Martedì
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Nico Hulkenberg
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Analisi
Tag renault
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola