Renault: il telaio di Magnussen sbattuto a Montreal è riparabile!

Vasseur, team principal Renault, spera addorittura che la scocca rovinata dal danese in Canada possa essere utilizzata come scorta a Baku. A Enstone il reparto compositi è sotto pressione da settimane dopo il crash di Palmer a Monaco.

La Renault è fiduciosa di poter riutilizzare il telaio danneggiato da Kevin Magnussen nell'ultimo turno di prove libere del GP del Canada. Come si ricorderà il danese ha sbattuto contro il muretto di protezione al sabato mattina, causando un danno che lo ha costretto a saltare le successive qualifiche.

Un braccetto della sospensione, infatti, aveva bucato la monoscocca per cui il team di Esntone si era attivato per montare il telaio di scorta che era quello numero 1 utilizzato nei test invernali a Barcellona.

Tuttavia, il team principal Fredric Vasseur, sostiene che  la situazione è sotto controllo, perché la R.S.16 danneggiata in Canada può essere riparata.

"Lo chassis di Kevin non ha patito un danno troppo grave a Montreal, quindi lo ripareremo per averlo come scorta a Baku - ha il manager transalpino -  mentre quello di  Jolyon che ha sbattuto a Monaco è un po' più rovinato e non lo si vedrà più in pista".

"Questa è la natura delle corse automobilistiche: posso dire che il nostro reparto compositi è stato particolarmente occupato nelle ultime settimane, ma per fortuna nessuno dei nostri piloti si è fatto male a riprova della robustezza delle moderne Formula 1".

 Interviste di Jonathan Noble

 

 

 

 

Con il compagno di squadra Jolyon Palmer aver cancellato un telaio in suo incidente Gran Premio di Monaco, la Renault avrebbe potuto affrontare alcuni drammi se la nuova vasca di Magnussen era stato troppo male distrutto.

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Circuito Streets of Baku
Piloti Kevin Magnussen
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Ultime notizie