F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: il nuovo barge board fa volare Hulkenberg

La squadra di Enstone ha cambiato la filosofia di progetto dei barge board della R.S.17 adottando una soluzione più vicina a quella della Red Bull e ha trovato una parte di quel carico che gli mancava: positivo il sesto posto di Silverstone.

La Renault ha ottenuto un brillante sesto posto nel veloce GP di Gran Bretagna con Nico Hulkenberg che ha confermato in gara l’eccellente prestazione ottenuta in qualifica con la R.S.17, la monoposto di Enstone che beneficia del ritorno alla MGU-H alleggerita di inizio stagione, oltre che di un interessante sviluppo aerodinamico nelle barge board.

Nell’immagine in alto è possibile vedere che è scomparso il marciapiede della barge board che era solcato da una serie di soffiature: ora la ricerca di Enstone si è orientata verso il filone che è stato seguito dalla Red Bull Racing con la scalvatura della parte inferiore del dispositivo aerodinamico posto poco avanti alle pance, alla quale è stato aggiunto un secondo elemento sciancrato nel bordo di entrata del marciapiede.

Rivisti anche i due deviatori di flusso verticali che indirizzano l’aria verso il candelabro all’esterno delle fiancate: le modifiche funzionano e la monoposto gialla, anche se molto gradualmente, si inserisce nelle posizioni degne di un grande Costruttore.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Silverstone
Piloti Nico Hulkenberg
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Analisi
Tag piola, renault
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola