F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: cofano più grande per raffreddare meglio la power unit

Sulla Renault R.S.16 è stato provato un cofano posteriore con una maggiore capacità di estrazione di aria calda dai radiatori. Si tratta di una soluzione che potrà essere molto utile su un circuito cittadino come quello di Singapore.

La Renault cerca di sfruttare meglio la potenza del motore evoluto che, specie alla Red Bull, ha permesso di fare un importante salto prestazionale. La R.S.16, invece, sembra condannata a scivolare in fondo alla griglia di partenza essendo una monoposto vecchia di un anno (è la Lotus E23 Hybrid riadattata alla power unit francese) che ha avuto ben pochi aggiornamenti e molti incidenti (nel corso della stagione ci sono stati almeno tre crash che hanno richiesto la ricostruzione delle scocche!).

A Monza il team di Enstone ha portato un'importante evoluzione nella carrozzeria del retrotreno che è stata finalizzata ad aumentare l'estrazione dell'aria calda dei radiatori dalle pance per migliorare l'efficienza del motore. Come è possibile osservare, in alto, la parte finale del cofano motore va a coprire le sospensioni posteriori  grazie ad uno sfogo più grande del solito nella parte più esterna, mentre è stata rastrenata la parte centrale.

Almeno a Monza la modifica non ha dato grandi risultati, ma sarà sicuramente più utile nel prossimo appuntamento di Singapore che si disputerà in notturna su un tracciato cittadino.

 

Renault Sport F1 Team RS16, posteriore
Renault R.S.16: la vecchia configurazione del posteriore

Photo by: Giorgio Piola

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Italia
Sub-evento Giorgio Piola analisi tecnica
Circuito Monza
Piloti Jolyon Palmer , Kevin Magnussen
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola