F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: c'è una nuova ala anteriore che esaspera alcuni concetti sulla R.S.18

condivisioni
commenti
Renault: c'è una nuova ala anteriore che esaspera alcuni concetti sulla R.S.18
Di: Giorgi Piola
19 lug 2018, 10:23

La squadra di Enstone ha portato a Hockenheim due ali anteriori diverse nei flap aggiuntivi, ma con una serie di novità molto interessanti finalizzate a ridurre la resistenza all'avanzamento dovuta alla ruota anteriore.

La Renault continua a spingere sullo sviluppo aerodinamico della R.S.18 per difendere il quarto posto nel mondiale Costruttori dietro ai tre top team.

Prosegue il lavoro di adattamento dell’ala anteriore alle diverse caratteristiche delle piste: per Hockenheim che richiede un carico medio alto, ma dove si dovrebbero raggiungere elevate velocità di punta sull’ordine dei 340 km/h, la squadra di Enstone propone in Germania tre interessanti modifiche che testimoniano la vivacità del gruppo di tecnici diretto da Nick Chester.

I quattro flap superiori nella parte interna che sono verniciati di giallo evidenziano quanto siano corti e, soprattutto, sono caratterizzati dall’avere il bordo rettilineo, mentre c’è anche la versione arcuata qualora i piloti, Nico Hulkenberg e Carlos Sainz, volessero tentare di girare con una minore resistenza all’avanzamento.

Renault Sport F1 Team R.S. 18, dettaglio dell'ala anteriore

Renault Sport F1 Team R.S. 18, dettaglio dell'ala anteriore

Photo by: Giorgio Piola

Nella parte esterna, invece, si contano ben sei flap a “tapparella”, con gli ultimi tre che mostrano una svasatura a V quasi al centro e una curiosa svergolatura in quello superiore, perché si allinei ai quattro elementi verticali che separano la sempre più corta paratia laterale dai flap.

Finora avevamo assistito soloal raddoppio della paratia verticale ad opera della Ferrari, mentre la Renault evidentemente crede nella capacità di spostare i vortici all’esterno della ruota anteriore per ridurre al minimo l’impatto frontale dell’aria sul pneumatico.

E’ curioso che ci siano pure cinque derive verticali nella zona degli upper flap, la prima delle quali origina uno slot della complessa bandella laterale.

Prossimo Articolo
Mercedes: Hamilton rinnova per due anni, Lewis e Wolff sono soddisfatti

Articolo precedente

Mercedes: Hamilton rinnova per due anni, Lewis e Wolff sono soddisfatti

Prossimo Articolo

Svolta Force India nel 2019: arrivano gli Stroll e diventa junior team Mercedes

Svolta Force India nel 2019: arrivano gli Stroll e diventa junior team Mercedes
Carica commenti