Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20

Marcin Budkowski, direttore esecutivo della Renault, ha ammesso i problemi ai radiatori delle R.S.20: "Dovremo fare con quello che avremo. Il tempo per produrne altri più robusti ora non c'è".

Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20

Il team Renault è in allarme. Non certo per le prestazioni della R.S.20 che, nei primi 2 gp della stagione, ha mosrtato segnali importanti, quanto per l'affidabilità.

Nei 2 Gran Premi che hanno aperto la stagione 2020 di Formula 1, svolti entrambi al Rd Bull Ring, il team di Cyril Abiteboul ha dovuto fare i conti con ben 2 ritiri per problemi d'affidabilità delle proprie monoposto.

Se al GP d'Austria era toccato a Daniel Ricciardo parcheggiare anzitempo la sua monoposto a bordo pista, in quello di Stiria è toccato a Esteban Ocon. Un'equità a dir poco sinistra, per una squadra che ha l'ambizione di tornare a occupare il quarto posto nel Mondiale Costruttori in pianta stabile e poi di compiere il fatidico passo per tornare nella elite della Formula 1 dopo tanti anni.

Ma qual è il problema che ha messo in ginocchio per ben due volte le vetture transalpine sul tracciato austriaco? Il team di Enstone ha individuato un problema ai radiatori che ha fermato sia Ricciardo al primo gp, che Ocon nella gara disputata nel weekend appena trascorso.

Il grande problema che ha attualmente Renault è non avere tempo sufficiente per lavorare su cosa non va e produrre componenti differenti, che possano permettere di ovviare ai problemi venuti a galla in queste due gare. Per cui si trova costretta a lavorare e correre con ciò che ha.

"E' estremamente frustrante e deludente", ha ammesso a Motorsport.com Marcin Budkowski, direttore esecutivo della Renault. "Si tratta di una componente che riceviamo da un fornitore. Per entrare nel dettaglio, è una saldatura sul radiatore. Abbiamo controllato tutte le saldature e non abbiamo trovato alcun problema. Eppure abbiamo avuto lo stesso identico problema anche al gp di Stiria".

"Abbiamo gli stessi radiatori usati nei test pre-campionato, quelli di Barcellona, e non abbiamo avuto alcun problema. Dunque che si tratti di un problema di funzionamento o dei cordoli del Red Bull Ring, non lo abbiamo ancora capito, né siamo riusciti a individuare la cusa".

"Quindi adotteremo misure di contenimento più rigide per il prossimo gp. Ma siamo estremamente delusi dal fatto che abbiamo avuto lo stesso problema 2 volte e aver perso altrettante occasioni di portare a casa punti con entrambi i piloti. Anche nel prossimo fine settimana lavoreremo sodo e guarderemo con grande perizia le componenti per cercare di capire cosa accade. Ora i radiatori sono in viaggio verso Enstone per essere controllati".

Bodkowski ha confermato che quel lotto di radiatori dovrà essere rivisto in vista della prossima gara: "Non possiamo produrne di nuovi, dovremo fare con quelli che abbiamo. Dovremo aggiungere del materiale e cercare di rinforzare le saldature, cercando di renderle meno soggette a rotture o perdite".

"Non sarà certo una bella cosa, ma speriamo che sia sufficiente per resistere una gara. Poi cercheremo di produrre qualcosa di più resistente in futuro".

condivisioni
commenti
F1 2020: gli orari TV di SKY e TV8 del GP di Ungheria

Articolo precedente

F1 2020: gli orari TV di SKY e TV8 del GP di Ungheria

Prossimo Articolo

Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"

Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021