Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20

Marcin Budkowski, direttore esecutivo della Renault, ha ammesso i problemi ai radiatori delle R.S.20: "Dovremo fare con quello che avremo. Il tempo per produrne altri più robusti ora non c'è".

Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20

Il team Renault è in allarme. Non certo per le prestazioni della R.S.20 che, nei primi 2 gp della stagione, ha mosrtato segnali importanti, quanto per l'affidabilità.

Nei 2 Gran Premi che hanno aperto la stagione 2020 di Formula 1, svolti entrambi al Rd Bull Ring, il team di Cyril Abiteboul ha dovuto fare i conti con ben 2 ritiri per problemi d'affidabilità delle proprie monoposto.

Se al GP d'Austria era toccato a Daniel Ricciardo parcheggiare anzitempo la sua monoposto a bordo pista, in quello di Stiria è toccato a Esteban Ocon. Un'equità a dir poco sinistra, per una squadra che ha l'ambizione di tornare a occupare il quarto posto nel Mondiale Costruttori in pianta stabile e poi di compiere il fatidico passo per tornare nella elite della Formula 1 dopo tanti anni.

Ma qual è il problema che ha messo in ginocchio per ben due volte le vetture transalpine sul tracciato austriaco? Il team di Enstone ha individuato un problema ai radiatori che ha fermato sia Ricciardo al primo gp, che Ocon nella gara disputata nel weekend appena trascorso.

Il grande problema che ha attualmente Renault è non avere tempo sufficiente per lavorare su cosa non va e produrre componenti differenti, che possano permettere di ovviare ai problemi venuti a galla in queste due gare. Per cui si trova costretta a lavorare e correre con ciò che ha.

"E' estremamente frustrante e deludente", ha ammesso a Motorsport.com Marcin Budkowski, direttore esecutivo della Renault. "Si tratta di una componente che riceviamo da un fornitore. Per entrare nel dettaglio, è una saldatura sul radiatore. Abbiamo controllato tutte le saldature e non abbiamo trovato alcun problema. Eppure abbiamo avuto lo stesso identico problema anche al gp di Stiria".

"Abbiamo gli stessi radiatori usati nei test pre-campionato, quelli di Barcellona, e non abbiamo avuto alcun problema. Dunque che si tratti di un problema di funzionamento o dei cordoli del Red Bull Ring, non lo abbiamo ancora capito, né siamo riusciti a individuare la cusa".

"Quindi adotteremo misure di contenimento più rigide per il prossimo gp. Ma siamo estremamente delusi dal fatto che abbiamo avuto lo stesso problema 2 volte e aver perso altrettante occasioni di portare a casa punti con entrambi i piloti. Anche nel prossimo fine settimana lavoreremo sodo e guarderemo con grande perizia le componenti per cercare di capire cosa accade. Ora i radiatori sono in viaggio verso Enstone per essere controllati".

Bodkowski ha confermato che quel lotto di radiatori dovrà essere rivisto in vista della prossima gara: "Non possiamo produrne di nuovi, dovremo fare con quelli che abbiamo. Dovremo aggiungere del materiale e cercare di rinforzare le saldature, cercando di renderle meno soggette a rotture o perdite".

"Non sarà certo una bella cosa, ma speriamo che sia sufficiente per resistere una gara. Poi cercheremo di produrre qualcosa di più resistente in futuro".

condivisioni
commenti
F1 2020: gli orari TV di SKY e TV8 del GP di Ungheria

Articolo precedente

F1 2020: gli orari TV di SKY e TV8 del GP di Ungheria

Prossimo Articolo

Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"

Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021