Regole del podio più rigide dopo la protesta di Hamilton

La FIA ha vietato ai piloti di Formula 1 di indossare qualcosa di diverso dalla tuta durante la premiazione, che che Lewis Hamilton al Mugello era salito sul podio con una T-Shirt contro l'uccisione di Breonna Taylor.

Regole del podio più rigide dopo la protesta di Hamilton

Questa nuova regola arriva sulla scia del gesto di Lewis Hamilton al GP di Toscana, dove il vincitore del GP ha indossato una maglietta con il messaggio "Arrestate i poliziotti che hanno ucciso Breonna Taylor".

Il messaggio era a sostegno della donna di colore che è stata uccisa dalla polizia in Kentucky, diventando uno dei focus delle campagne antirazzismo.

Il gesto di Hamilton ha portato ad una revisione da parte della FIA di quelle che dovrebbero essere le linee guida per la cerimonia del podio.

I nuovi protocolli sono stati delineati nelle procedure post-gara del Gran Premio di Russia, nel documento che il direttore di gara Michael Masi diffonde ogni domenica mattina.

Per Sochi è stato aggiunto un paragrafo che recita: "Per tutta la durata della cerimonia del podio e delle interviste post-gara, i piloti che terminano la gara nelle prime tre posizioni devono rimanere abbigliati con la tuta chiusa fino al collo. A scanso di equivoci, questo include una mascherina medica o con il marchio del team".

La nuova direttiva si applica anche dopo la cerimonia del podio: "Per tutta la durata delle interviste televisive e con la carta stampata, oltre alla conferenza FIA, tutti i piloti che terminano la gara devono indossare solo l'abbigliamento delle rispettive squadre".

Leggi anche:

In una piccola modifica alle procedure pre-gara, che già specificano che i piloti devono indossare la maglietta ufficiale contro il razzismo, è stata eliminata una riga che in precenza diceva che si poteva includere "qualsiasi altra cosa che un pilota può sentirsi a proprio agio di fare".

Giovedì Hamilton ha spiegato che non aveva ancora parlato con la FIA della vicenda della T-Shirt del Mugello, ma ha anticipato che ci sarebbero state delle modifiche.

"Questo è un processo di apprendimento per tutti, perché la gente è contenta di come la vita e la società hanno funzionato fino ad oggi" ha detto.

"Ma in ultima analisi, il mondo e le nuove generazioni sono più consapevoli che ci sono delle disuguaglianze e che sono necessari dei cambiamenti. Quindi ci vogliono cose come quella che ho fatto al Mugello per accendere un dibattito che altrimenti non inizierebbe mai".

"Non ho parlato con la FIA ed ho sentito che usciranno delle nuove regole su cosa si può e non si può fare. Cercherò di continuare a lavorare con loro. Che io sia d'accordo o meno è irrilevante. E' solo cercare di trovare un terreno comune e come possiamo portarlo avanti insieme".

"Loro capiscono veramente? Non lo so, ma forse in futuro cercheremo di capire tutti".

condivisioni
commenti

Video correlati

F1: Albon e Latifi penalizzati per aver sostituito il cambio
Articolo precedente

F1: Albon e Latifi penalizzati per aver sostituito il cambio

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: la Gara

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: la Gara
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021