Regole 2021 F1: tre divieti per la semplificazione

condivisioni
commenti
Regole 2021 F1: tre divieti per la semplificazione
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
6 nov 2019, 15:49

Con le F1, che dal 2021 imporranno il ritorno all'effetto suolo per generare la downforce, rinunciando all'efficienza delle ali, scatteranno anche una serie di divieti: dalle macchine saranno dandite i bargeboard, le sospensioni con il bracket e il terzo elemento a controllo idraulico.

L’approvazione delle regole 2021 porterà la Formula 1 ad una semplificazione: fra due anni le monoposto a effetto suolo dovranno fare a meno di alcune soluzioni che sono state vietate nel tentativo di ridurre i costi e nella speranza che i team di seconda fascia possano ambire di avvicinare i tre top team.

Regole F1 2021

Regole F1 2021

Photo by: Formula 1

Nikolas Tombazis, capo dei tecnici monoposto della FIA, e Pat Symonds, responsabile del gruppo di lavoro allestito per Liberty Media da Ross Brawn, sono intervenuti pesantemente sull’aerodinamica per delineare monoposto meno sensibili alla scia, con una perdita di carico che si potrà quantificare nel 20%, mentre adesso il valore è più che doppio.

Ross Brawn e Nikolaz Tombazis svelano le regole 2021 di Formula 1 in conferenza stampa

Ross Brawn e Nikolaz Tombazis svelano le regole 2021 di Formula 1 in conferenza stampa

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Sul modello in scala 1:2 che è stato mostrato durante la conferenza stampa di FIA e Liberty ad Austin giovedì scorso (si tratta del modellino utilizzato nella galleria del vento di Sauber Engineering a Hinwil per sviluppare la monoposto a effetto suolo) si sono osservate ali particolarmente semplificate perché il compito di generare la downforce verrà affidato ai due condotti Venturi che sono stati pensati ai lati della scocca e sotto le pance.

Ferrari SF90, dettaglio del bargeboard vietato per il 2021

Ferrari SF90, dettaglio del bargeboard vietato per il 2021

Photo by: Giorgio Piola

E, allora, per fare in modo che le turbolenze generate dalla ruota anteriore vengano ingoiate nei due tubi Venturi i legislatori hanno pensato bene di eliminare i turning vanes sotto al muso e al telaio e i famigerati bargeboard che nelle ultime configurazioni erano diventati degli elementi complessi che si legavano ai deviatori di flusso ai lati delle pance, dividendo i flussi in modo molto selettivo fra quelli destinati al raffreddamento e quelli che venivano incanalati o nella “bocca” anteriore del fondo o verso il diffusore posteriore.

Ecco l'ingresso dei tubi Venturi visibili sul modello di galleria della F1 2021

Ecco l'ingresso dei tubi Venturi visibili sul modello di galleria della F1 2021

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

La scomparsa dei bargeboard contribuirà a ripulire l’aspetto delle monoposto 2021, eliminando dei veri capolavori di arte moderna montati dietro alle ruote posteriori: i progettisti, usando dei generatori di vortice, frutto di una complicata ricerca di micro-aerodinamica svolta al CFD, sono arrivati alla moltiplicazione di coltelli, scimitarre e boomerang in carbonio che hanno reso difficile l’ingresso nell’abitacolo dei piloti senza opportuni sgabelli.

McLaren MCL34, dettaglio della sospensione anteriore con il bracket vietata per il 2021

McLaren MCL34, dettaglio della sospensione anteriore con il bracket vietata per il 2021

Photo by: Giorgio Piola

Sulle F1 2021 ci saranno anche delle limitazioni di natura meccanica che riguarderanno due aspetti delle sospensioni. Esternamente vedremo sparire il bracket grazie al quale il triangolo superiore è stato disassato e sollevato per ragioni essenzialmente aerodinamiche. La soluzione introdotta da Mercedes e Toro Rosso in contemporanea nel 2017 si è poi estesa ad altri team come Renault, McLaren e Alfa Romeo che hanno interpretato il concetto ciascuno a modo proprio.

Leggi anche:

Va detto che questo sistema, associato al pivot che ha consentito di spostare il fulcro del puntone, ha permesso una messa a punto fine del setup grazie al quale alcune squadre sono riuscite a gestire le gomme anteriori nella giusta finestra di utilizzo controllando al meglio le temperature e il rischio di surriscaldamenti.

Ammortizzatore idraulico della Mercedes W10 che sarà vietato nel 2021

Ammortizzatore idraulico della Mercedes W10 che sarà vietato nel 2021

Photo by: Giorgio Piola

Nel 2021 sarà bandito anche l’uso del terzo elemento a controllo idraulico, che a Maranello dovrebbero adottare per la prima volta sulla Rossa 2020. Chi ha sempre tratto un grande vantaggio da questo sistema di difficile messa a punto è stata la Mercedes che sulla W10 cerca di mantenere stabile l’altezza della freccia d’argento non esasperando l’assetto Rake come hanno fatto Red Bull e Ferrari.

Entrambe le squadre hanno già fatto degli esperimenti per ripristinare le molle Belleville sul terzo ammortizzatore montato sotto al vanity panel.

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio del terzo elemento meccanico

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio del terzo elemento meccanico

Photo by: Giorgio Piola

Red Bull Ring RB 15, dettaglio della sospensione anteriore con terzo elemento a molla

Red Bull Ring RB 15, dettaglio della sospensione anteriore con terzo elemento a molla

Photo by: Giorgio Piola

Con l’adozione delle gomme Pirelli da 18 pollici le sospensioni torneranno ad avere una funzione importante: adesso l’elemento elastico è assicurato dalla spalla degli pneumatici da 13 pollici, mentre con i nuovi ribassati torneranno a lavorare le sospensioni che dovranno assicurare dei molleggi adeguati. La rivoluzione, insomma, riguarderà tutti gli ambiti della monoposto, nella speranza che si rompa l’egemonia della Stella.

Mattia Binotto dopo l’approvazione delle regole 2021 ha detto che si trattava dell’inizio di un percorso di modifica che la F1 cercherà di portare avanti con le squadre: sarà interessante capire cosa verrà cambiato rispetto al pacchetto presentato, visto che le regole aerodinamiche troppo prescrittive sono rimaste…

Prossimo Articolo
Fotogallery F1: le cheerleaders dei Cowboys in griglia ad Austin

Articolo precedente

Fotogallery F1: le cheerleaders dei Cowboys in griglia ad Austin

Prossimo Articolo

Retroscena Mercedes: ecco perché Hamilton era lento in Q3

Retroscena Mercedes: ecco perché Hamilton era lento in Q3
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes