Red Bull riporta il marchio Aston Martin in F.1 dopo 56 anni

Accordo di sponsorizzazione tra il team Red Bull Racing e Aston Martin. Il logo della Casa britannica apparirà sulle carene delle RB12 e Adrian Newey si presterà per realizzare una hypercar stradale che si chiamerà AM-RB 001.

Nel paddock di Melbourne c’è chi ha bollato l’operazione definendola di “vernice”, ovvero nulla più di una sponsorizzazione, in linea su quanto avvenuto tra Red Bull e la power unit Renault che da questo mondiale è stata denominata Tag Heuer. Ma quando ci sono di mezzo nomi di grande peso come quello di Aston Martin, non si può negare che il fascino va oltre quello di un semplice sponsor.

Sul fronte Formula 1, l’accordo Red Bull-Aston Martin non ha nulla di più di un contratto di sponsorizzazione (il logo della casa inglese apparirà sulle Red Bull già questo weekend a Melbourne) ma la partnership è in realtà mirata alla realizzazione di una hypercar che vedrà coinvolto lo staff tecnico guidato da Adrian Newey. Il responsabile tecnico della Red Bull collaborerà con il gruppo Aston Martin sotto la direzione di Marek Reichman. Il nome in codice del progetto è già stato definito: AM-RB 001.

“E’ un progetto molto emozionante per tutti noi della Red Bull Racing – ha commentato Christian Horner - grazie a questa partnership lo storico logo Aston Martin tornerà al via dei Gran Premi per la prima volta dal 1960. Per la Red Bull Advanced Technologies, il gruppo di lavoro guidato da Adrian, sarà una sfida portare il DNA della Formula Uno su una vettura stradale. E’ un progetto incredibile che realizza anche un sogno di vecchia data di Adrian relativo alla progettazione di una vettura stradale. Siamo molto lieti di annunciare una partnership che sono certo sarà di grande successo”. 

“Da quando avevo sei anni ho sempre avuto due obiettivi nella vita: essere coinvolto nella progettazione di un auto da corsa, e di una super macchina stradale - ha commentato Adrian Newey – la prima ambizione ha dato forma alla mia carriera fino ad oggi, mentre la seconda è sempre stata limitata a qualche schizzo o scarabocchio nel corso degli anni. Ora è arrivata l'opportunità di lavorare con Marek e ai suoi colleghi dell’Aston Martin e per me è fantastico. Avremo la possibilità di convertire la tecnologia che abbiamo sviluppato in F.1 in un nuovo contesto”.

 

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Giovedì
Circuito Albert Park Circuit
Piloti Daniel Ricciardo , Daniil Kvyat
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie