Red Bull Ring, Libere 3: Vettel si mette alle spalle le due Mercedes!

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Libere 3: Vettel si mette alle spalle le due Mercedes!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
08 lug 2017, 10:20

La Ferrari mostra di essere competitiva nel terzo turno di prove libere del GP d'Austria, mentre Hamilton, secondo davanti a Bottas, è stato costretto a faermarsi per l'esplosione del disco freno anteriore destro. Raikkonen solo quarto.

Sebastian Vettel ci crede: nel terzo turno di prove libere del GP d'Austria la Ferrari ha ottenuto il miglior tempo in 1'05"092 con le gomme Ultrasoft centrando il nuovo record della pista dek Red Bull Ring. Il tedesco ha cercato il limite della Rossa perché sa che Lewis Hamilton dovrà rinunciare a cinque posizioni nella griglia di partenza a causa della sostituzione della trasmissione sulla Mercedes.

La SF70H è stata scaricata aerodinamicamente rispetto a ieri e la Rossa è risultata velocissima anche nel primo settore della pista, dove ieri pagava due decimi: Vettel è riuscito a cogliere anche la stessa velocità massima delle Mercedes con 320 km/h alla speed trap.

L'inglese, che ieri sembrava avere una prestazione inavvicinabile per tutti, si è dovuto accontentare del secondo tempo a 269 millesimi di secondo dalla Rossa, non è riuscito a completare la sessione perché Lewis è finito in fondo alla via di fuga della Curva 3 per un lungo causato dal cedimento del disco freno anteriore destro che è esploso in staccata. Il britannico è riuscito a riportare la freccia d'argento al box dove i tecnici di Brackley hanno potuto constatare il cedimento di un particolare Carbon Industrie.

Valtteri Bottas non ha saputro approfittare dei problemi del suo capitano e si è accodato al terzo posto con il tempo di 1'05"515, ma il distacco da Vettel di 423 millesimi testimonia che la W08 non ha mostrato il suo meglio, ma attenzione perché in qualifica le frecce d'argento sanno sempre trovare delle risorse (grazie al bottone magico) che poi riscompaiono in gara.

Lo scenario della giornata si mette bene per la Ferrari su una pista che dovrebbe essere favorevole alla Mercedes: in questo frangente manca Kimi Raikkonen che si è preso più di mezzo secondo dal compagno tedesco. Troppo, considerato l'andamento della stagione di Kimi che, però, non si è mai trovato a suo agio su questo tracciato. L'aiuto del finlandese, invece, sarebbe molto importante per sfruttare lòa situazione di vantaggio che Vettel potrà avere da un Hamilton costretto a cedere cinque piazze sullo schieramento.

La Red Bull recita il suo ruolo che è quello della terza forza: Max Verstappen è di nuovo davanti a Daniel Ricciardo di un niente: l'olandese si è lamentato che le modifiche apportate alla sua RB13 hanno peggiorato la situazione rispetto a prima, per cui è pensabile che il "tulipano" voglia provare ad attaccare almeno la posizione di Raikkonen in qualifica.

Eccellente la prestazione della Haas: Kevin Magnussen settimo e Romain Grosjean ottavo con l'adozione del terzo motore Ferrari della stagione sembra che possano contare su una power unit vitaminizzata: il team americano ha avuto l'opportunità di portare al debutto l'ultima evoluzione dello 062, beneficiando di quella potenza che la Rossa avrà a Silverstone.

La top tean è completata dalle due Toro Rosso con Daniil Kvyat nono, davanti a Carlos Sainz di 5 millesimi di secondo! Lo spagnolo è stato bravo perché , appena è uscito dai box, è stato costretto ad accostare la sua Toro Rosso a bordo pista perché si è ammutolito il motore Renault per un problema di natura elettronica. Carlos, spinto dai commissari di percorso, non ha potuto fare altro che spostare la STR12 in una zona di sicurezza prima che la monoposto fosse riportata nel garage per la riparazione.

L'iberico non si è innervosito e dopo che il problema è stato risolto è riuscito a dare una bella zampata, che va oltre le polemiche che lo stanno coinvolgendo per la sua volontà espressa di voler lasciare la squadra a fine anno.

Ci si aspettava di più da Esteban Ocon con la Force India: il francese, 11esimo, precede Nico Hulkenberg con la Renault e Stoffel Vandoorne con la McLaren: il belga è 13esimo e una volta tanto si è messo dietro Fernando Alonso.

In difficoltà la Williams che ha insistito a usare il nuovo pacchetto aerodinamico che non sta dando i risultati che il il team di Grove si aspettava: Stroll è 16esimo, seguito da Massa.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 18 1'05.092     238.812
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 21 1'05.361 0.269 0.269 237.829
3 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 19 1'05.515 0.423 0.154 237.270
4 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 19 1'05.611 0.519 0.096 236.923
5 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 24 1'05.784 0.692 0.173 236.300
6 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 29 1'05.896 0.804 0.112 235.898
7 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 21 1'05.936 0.844 0.040 235.755
8 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 22 1'06.015 0.923 0.079 235.473
9 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 28 1'06.279 1.187 0.264 234.535
10 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 19 1'06.284 1.192 0.005 234.518
11 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 26 1'06.374 1.282 0.090 234.200
12 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 18 1'06.563 1.471 0.189 233.535
13 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 18 1'06.578 1.486 0.015 233.482
14 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 22 1'06.595 1.503 0.017 233.422
15 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 20 1'06.599 1.507 0.004 233.408
16 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 22 1'06.776 1.684 0.177 232.790
17 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 24 1'06.865 1.773 0.089 232.480
18 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 28 1'06.875 1.783 0.010 232.445
19 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 21 1'07.378 2.286 0.503 230.710
20 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 25 1'07.468 2.376 0.090 230.402

 

Prossimo Articolo
La FIA modifica i cordoli del Red Bull Ring dopo i problemi di ieri

Articolo precedente

La FIA modifica i cordoli del Red Bull Ring dopo i problemi di ieri

Prossimo Articolo

Alonso torna alla vecchia specifica del motore Honda

Alonso torna alla vecchia specifica del motore Honda
Carica commenti