Red Bull Ring, Libere 2: Vettel si infila fra le due Mercedes!

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Libere 2: Vettel si infila fra le due Mercedes!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
07 lug 2017, 13:34

Hamilton si conferma il più veloce nel secondo turno di prove libere del GP d'Austria, ma la Ferrari di Vettel arriva a 147 millesimi dalla W08, lasciando Bottas al terzo posto. Le due Red Bull davanti a Raikkonen che ha fatto più giri di tutti.

Sebastian Vettel in mezzo alle due Mercedes: il tedesco della Ferrari è riuscito a inserire la sua SF70H nel cuneo delle due frecce d'argento. Anche nella seconda sessione di prove libere del GP d'Austria Lewis Hamilton ha centrato la migliore prestazione in 1'05"483, togliendo con le gomme Ultrasoft solo mezzo secondo in assetto di qualifica rispetto alla mattinata, quando aveva colto la sua prestazione con le Soft, vale a dire le gomme a mescola più dura fra quelle a disposizione a Spielberg. Il tre volte campione del mondo ha avuto un problema ad una candela che ha reso meno performante il suo sei cilindri.

A parità di condizioni con l'inglese, Sebastian Vettel ha mostrato di saper rivaleggiare con le aggiornate W08: il quattro volte campione del mondo ha fermato il cronometro in 1'05"630, pagando solo 147 millesimi dal leader nel giro secco, segno che la Rossa non sembra patire troppo il fatto che la FIA abbia fatto chiudere il coltelloche fletteva sul fondo. Rispetto al primo turno la Ferrari è parsa anche meglio bilanciata, segno che, come al solito, i tecnici del Cavallino sono bravi nell'interpretare i dati raccolti in pista e sono meno entusismanti nelle simulazioni.

Valtteri Bottas è rimasto dietro al tedesco di 69 millesimi di secondo: il finlandese ha anche rischiato di finire a muro dopo un testacoda, ma Valtteri è stato bravo a riprendere la macchina in tempo per evitare il contatto contro le barriere per cui ha potuto ripartire. Le Mercedes in versione long run sembra avere un passo più consistente della Ferrari, segno che la portaerei di Brackley ha trovato anche un buon equilibrio aerodinamico con le ultime novità, per cui non ha più problemi a portare in temperatura le proprie gomme.

Le due Red Bull, che sentono aria di casa, hanno collezionato il quarto e quinto posto con tempi quasi identici con Max Verstappen davanti all'australiano dopo reiterati tentativi, mentre il vincitore di Baku ha migliorato le sue prestazioni in un run di ben otto giri. Daniel non ha commesso errori, mentre Max Verstappen ha mostrato un eccessivo nervosismo.

L'olandese ha dovuto saltare la prima parte del secondo turno a causa di un problema al brake-by-wire dopo la sostituzione del fondo della RB13. Max, poi, è stato costretto ad una seconda sosta ai box dopo un largo all'ultima curva che lo ha costretto a sostituire l'ala anteriore dopo aver rotto la paratia laterale su uno dei dissuasori che quest'anno limitano i continui fuori pista dei piloti. Al ragazzino, comunque, è bastato un giro lanciato subito dopo per fare meglio di Ricciardo.

Nella lista dei primi manca Kimi Raikkonen che con la seconda Ferrari ha iniziato il turno con le gomme Soft per passare poi alle Ultrasoft: il finlandese non ha trovato un giro pulito e paga mezzo secondo al compagno di squadra, vale a dire un distacco anomalo pwer questa stagione. Kimi, però, ha lavorato bene nella simulazione del long run traendo ottime indicazioni per la gara collezionando ben 53 giri (Il GP è di 71 giri), scoprendo che la mescola più dura potrebbe essere una buon opzione alla Ultrasoft per la corsa.

Dietro ai primi sei c'è un vero buco: il primo degli altri è Kevin Magnussen che ha montato il terzo motore Ferrari (dovrebbe essere nella specifica che la squadra del Cavallino userà da Silverstone) sulla Haas. Il danese con 1'06"591 (a 1"1) ha fatto decisamente meglio di Romain Grosjean che è riuscito a entrare nella top 10.

Magnussen ha preceduto Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo prima di fare un dritto che lo ha costretto ad un testacoda è riuscito ad issare la MCL32 all'ottavo posto, facendo presagire che il motore Honda Step 3 dovrebbe essere un pelo meglio del precedente almeno a livello di affidabilità. Stoffel Vandoorne che ha pagato solo un decimo dal "capitano" si ritrova solo al 12esimo posto.

Piuttosto deludente la Force India con Esteban Ocon 11esimo: la squadra di Silverstone sembra soffrire a Spielberg. Sergio Perez ha dovuto rinunciare ai primi 17 minuti del turno perché i meccanici hanno dovuto sostituire la batteria della power unit Mercedes sulla Force India: il messicano aveva saltato la prima sessione  a favore del test driver Alfonso Celis. Sergio non ha entusiasmato con la VJM10 perché ha fatto più di un testacoda e non è riuscito a fare meglio del 17esimo posto.

In difficoltà anche la Williams: il nuovo pacchetto aerodinamico che è stato portato da Grove è stato accantonato perché non ha dato i risultati che i tecnici si aspettavano, ma la musica non è cambiata con la FW40 in versione standard. Massa è 14esimo e Stroll 16esimo...

Buona la prestazione di Nico Hulkenberg nono con la Renault, mentre continua a faticare Jolyon Palmer: l'inglese ha coperto solo sette giri, ma è riuscito a mettersi davanti alle due Sauber con Pascal Wehrlein che ha preceduto Marcus Ericsson.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 30 1'05.483     237.386
2 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 50 1'05.630 0.147 0.147 236.855
3 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 41 1'05.699 0.216 0.069 236.606
4 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 33 1'05.832 0.349 0.133 236.128
5 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 27 1'05.873 0.390 0.041 235.981
6 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 54 1'06.144 0.661 0.271 235.014
7 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 43 1'06.591 1.108 0.447 233.436
8 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 27 1'06.732 1.249 0.141 232.943
9 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 42 1'06.735 1.252 0.003 232.933
10 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 52 1'06.763 1.280 0.028 232.835
11 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 50 1'06.849 1.366 0.086 232.536
12 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 37 1'06.859 1.376 0.010 232.501
13 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 34 1'06.906 1.423 0.047 232.337
14 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 50 1'07.065 1.582 0.159 231.787
15 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 24 1'07.100 1.617 0.035 231.666
16 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 46 1'07.468 1.985 0.368 230.402
17 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 41 1'07.509 2.026 0.041 230.262
18 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 7 1'07.623 2.140 0.114 229.874
19 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 49 1'08.782 3.299 1.159 226.000
20 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 51 1'08.870 3.387 0.088 225.712

 

Prossimo Articolo
Horner: "Sainz? Resta in Toro Rosso. Ha un contratto, lo rispetterà!"

Articolo precedente

Horner: "Sainz? Resta in Toro Rosso. Ha un contratto, lo rispetterà!"

Prossimo Articolo

Raikkonen: "Piccoli problemi, ma sappiamo di cosa si tratta"

Raikkonen: "Piccoli problemi, ma sappiamo di cosa si tratta"
Carica commenti