Red Bull RB12, il riscatto di Adrian Newey?

La Red Bull Racing RB12 è stata lanciata via web mentre a Barcellona sorgeva il giorno: è un segno del risveglio della squadra di Milton Keynes che dovrà ancora fare affidamento al motore Renault (Tag Heuer).

Ecco la prima immagine della Red Bull RB12: la squadra di Milton Keynes aveva già mostrato i nuovi colori in un vernissage a Londra nel corso della scorsa settimana, per cui tutta l’attenzione degli appassionati si è riversata sulla macchina che anche quest’anno dispone del motore V6 Renault seppur rinominato Tag Heuer. Il lancio via web è avvenuto alle 7,30 quando a Barcellona cominciava ad albeggiare. Che sia il segnale di un risveglio di una squadra che ha vinto gli ultimi quattro mondiali dell’era aspirata e che poi è entrata in crisi con l’avvento delle power unit.

La RB12, al netto delle prestazioni del motore Tag Heuer (Renault), sembra una monoposto con tutte le carte in regola per puntare in alto: Adrian Newey, dopo un periodo di parziale distacco nela conduzione tecnica della squadra, pare sia tornato in piena attività nel condurre il team diretto da Christian Horner nella posizione che il top team si meriterebbe con i confermati Daniel Ricciardo e Dany Kvyat.

La macchina si presenta come un’estremizzazione della RB11: il muso a becco, le pance molto svasate nella parte inferiore con un’aerodinamica spinta, i mozzi forati evidenziano la cura maniacale con cui Newey progetta le sue creature. Fra breve la vedremo girare in pista nei test di Barcellona. Più tardi vi daremo una descrizione completa della monoposto…

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Red Bull Racing, presentazione
Sub-evento Presentazione
Piloti Daniel Ricciardo , Daniil Kvyat
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie