Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
112 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
133 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
147 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
161 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
189 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
196 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
210 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
215 giorni
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
250 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
264 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
278 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: quattro pinne per aumentare il carico sul fondo

condivisioni
commenti
Red Bull: quattro pinne per aumentare il carico sul fondo
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
15 lug 2019, 14:14

La RB15, dopo il successo in Austria, ha dimostrato un buon momento di forma anche a Silverstone: Verstappen e Gasly hanno apprezzato la modifica al fondo.

Il segnale che qualcosa sta cambiando in Red Bull è dato dalle prestazioni di Pierre Gasly. Il francese, per la prima volta nella stagione 2019, ha concluso la gara quarto, davanti a Max Verstappen (che ha pagato la tamponata di Sebastian Vettel), dopo aver mostrato per tutto il weekend inglese di essere decisamente più competitivo del solito.

La RB15, dopo il successo dell'olandese in Austria, si è confermata una monoposto in crescita anche a Silverstone dando la sensazione di essere al pari, se non addirittura superiore alla Ferrari SF90. I tecnici di Milton Keynes hanno lavorato sul fondo per cercare di migliorare le prestazioni su una pista veloce come quella inglese che richiede un medio carico aerodinamico ma che esalta le doti di efficienza.

Nella parte anteriore del largo marciapiede in carbonio abbiamo visto comparire ben quattro pinne arcuate che avevano la funzione di incanalare il flusso nel lungo soffiaggio longitudinale che si osserva in prossmità del bordo d'uscita rialzato verso l'alto.

Questi piccoli flap servono a forzare l'aria nel lungo slot, convogliandola sotto al fondo per energizzare quella deve essere una sorta di minigonna pneumatica utile a "sigillare" le pareti all'asfalto. La Red Bull è riuscita subito a far funzionare questa soluzione, mentre la Ferrari fatica a sfruttare il carico che si può generare con il fondo.

 

Prossimo Articolo
Giovinazzi: l'uscita dell'Alfa causata da foratura lenta

Articolo precedente

Giovinazzi: l'uscita dell'Alfa causata da foratura lenta

Prossimo Articolo

Motorsport Report F1: dentro la crisi di Vettel a Silverstone

Motorsport Report F1: dentro la crisi di Vettel a Silverstone
Carica commenti