Red Bull, Newey tornato operativo dopo l'incidente in bici

Dopo essere stato vittima di un incidente in bicicletta, ed essere stato costretto ad un lungo recupero, Adrian Newey è tornato al muretto della Red Bull in occasione dello scorso GP di Turchia.

Red Bull, Newey tornato operativo dopo l'incidente in bici

Adrian Newey, direttore tecnico della Red Bull, è stato costretto a saltare diverse gare dopo essersi fatto male in un incidente in bici durante la pausa estiva. Dopo il ricovero in ospedale e un recupero abbastanza lungo, Newey è riuscito a tornare a lavorare nel garage del team al recente Gran Premio di Turchia.

Il consulente motorsport della Red Bull, Helmut Marko, ha affermato come l'assenza di Newey non abbia danneggiato particolarmente la squadra, ma ha sottolineato come il suo ritorno sia stato accolto con grande soddisfazione mentre il team si prepara alla lotta con la Mercedes negli ultimi sei appuntamenti della stagione.

Parlando a Sky F1 Germania, Marko ha dichiarato che Newey non era ancora tornato in piena forma, ma era in grado di contribuire in un momento importante per la squadra.

Il suo ritorno è arrivato in un fine settimana in cui la Red Bull è stata tratta in inganno dalle condizioni dell’asfalto di Istanbul, decisamente differenti da quelle del 2020, che hanno fatto creato qualche grattacapo alla squadra.

Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing, Helmut Marko, consulente, Red Bull Racing, e Adrian Newey, Chief Technical Officer, Red Bull Racing, parlano con Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, dopo la gara

Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing, Helmut Marko, consulente, Red Bull Racing, e Adrian Newey, Chief Technical Officer, Red Bull Racing, parlano con Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, dopo la gara

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Quando gli è stato chiesto quanto abbia pesato l’assenza di Newey, Marko ha risposto: “Siamo un team abbastanza grande e ci sono numerose figure, ma Adrian è una figura principale”.

“All’inizio non sapevamo quanto fosse grave l’infortunio ed ha dovuto subire varie operazioni, ma adesso è tornato. Non dico che sia in forma al 100%, ma è in grado di svolgere il suo lavoro ed ha individuato subito le difficoltà che abbiamo avuto col set-up”.

Leggi anche:

In attesa che Adrian Newey recuperi al meglio la sua condizione fisica c’è un campionato che prosegue ed un titolo da assegnare. Lewis Hamilton e Max Verstappen affronteranno la trasferta di Austin con un distacco di soli 6 punti a vantaggio dell’olandese, e Christian Horner si è detto pronto a giocare in difesa sul tracciato del Texas per poi tornare a ruggire in Messico ed in Brasile.

“Sappiamo che la gara di Austin è stata una delle preferite di Lewis negli ultimi anni, ma poi arriveranno quelle in Messico ed in Brasile e speriamo che su questi circuiti ad alta quota potremo essere forti come in passato”.

“Non so cosa aspettarmi da queste tre trasferte,sarà affascinante e noi dovremo essere sempre al top”.

condivisioni
commenti
Meno concomitanze tra F1 e MotoGP nel 2022
Articolo precedente

Meno concomitanze tra F1 e MotoGP nel 2022

Prossimo Articolo

Pirelli, Isola: "Il nuovo asfalto di Austin è un'incognita"

Pirelli, Isola: "Il nuovo asfalto di Austin è un'incognita"
Carica commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021