Red Bull: la FIA ha autorizzato il test in pista del parabrezza

condivisioni
commenti
Red Bull: la FIA ha autorizzato il test in pista del parabrezza
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
28 apr 2016, 12:01

Domani mattina nel primo turno di prove libere una RB12 effettuerà l'installation lap dotata della nuova protezione della testa del pilota con il plexiglass. La soluzione ha superato i test antintrusione ed è una alternativa all'Halo.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12, con l'aeroscreen
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12, con l'aeroscreen
Red Bull Racing RB12 con l'aeroscreen
Red Bull Racing RB12 con l'aeroscreen

La FIA ha dato l'autorizzazione alla Red Bull Racing di effettuare domani un installation lap con la RB12 dotata della nuova protezione della testa del pilota dotata del parabrezza che i tecnici di Milton Keynes hanno sviluppato dopo non essere soddisfatti dell'Halo la soluzione che è stata studiata da Ferrari e Mercedes.

Il team diretto da Christian Horner ha ricevuto l'ok da Charlie Whiting visto che il parabrezza ha superato i test antisfondamento e di resistenza a cui è stato sottoposto venerdì scorso dai commissari tecnici federali.

La soluzione della Red Bull Racing si vedrà in pista nella prima sessione di prove libere di domani per verificare qual è l'effettiva visibilità del pilota dopo i test che sono già svolti con successo al simulatore. I tecnici di Milton Keynes sono convinti che la loro soluzione senza il supporto centrale in carbonio possa essere preferito già per il 2017.

Al momento il team non ha ancora deciso chi sarà il pilota che effettuerà il giro dimostrativo domani mattina fra Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat.

 

Prossimo articolo Formula 1
F1 Commission: ci sono quattro nodi ancora da risolvere!

Articolo precedente

F1 Commission: ci sono quattro nodi ancora da risolvere!

Prossimo Articolo

Alonso: "C'è voluto più di quanto mi aspettassi per tornare al 100%"

Alonso: "C'è voluto più di quanto mi aspettassi per tornare al 100%"
Carica commenti