F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: ecco il flusso che passa dal mozzo forato della RB13

Questa immagine è in grado di mostrarvi come funziona il mozzo forato della Red Bull RB13: l'aria scaldata dal disco del freno viene espulso dal centro del mozzo, generando un flusso che permette di deviare l'aria che arriva dall'ala anteriore.

C'era chi pensava che i mozzi forati non avrebbero avuto un futuro sulle monoposto 2017 e, invece, nei test di Barcellona sono diverse le monoposto che stanno sviluppando questa soluzione che era stata lanciata dalla Williams. Oltre alla FW40 utilizzano questa soluzione anche Ferrari, McLaren, Toro Rosso, Haas e Red Bull.

L'immagine che vi proponiamo, scattata questa mattina in pit lane a Barcellona, permette di visualizzare in maniera chiara quale sia il passaggio di aria calda che attraversa il mozzo: il meccanico di Milton Keynes è prontamente intervenuto per raffreddare i freni anteriori, ma nel passaggio dal disco il flusso si è scaldato producendo quel getto che è facilmente visibile e che diventa, ovviamente, più energizzato quando la monoposto è in movimento.

Questo "muro" d'aria permette di deviare il flusso che arriva dall'ala anteriore, facendolo riattaccare prima dei daviatori di flusso delle pance.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Barcellona, test pre-stagionali II
Sub-evento Giovedì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Analisi
Tag red bull
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola