Red Bull e Honda non vogliono penalità per le power unit nel 2020

Red Bull e Honda si sono poste l'obiettivo di non incorrere in penalità legate alla power unit per la stagione 2020 di Formula 1.

Red Bull e Honda non vogliono penalità per le power unit nel 2020

C'è molto ottimismo sulle prestazioni ottenute dalla RB16 nella prima settimana di test di Barcellona, nella quale la squadra di Milton Keynes ha ribadito di voler lottare per il titolo senza problemi legati dal motore, dato che in inverno Honda ha messo assieme una marea di km al banco (molti di più rispetto al passato) per poter mantenere le tre PU consentite nell'arco dell'anno.

"Questo è il nostro programma, non vogliamo incorrere in penalità - ha detto il responsabile di Honda F1, Masashi Yamamoto, a Motorsport.com - Nella seconda metà del 2019 siamo stati piuttosto competitivi e l'affidabilità molto buona, per cui cerchiamo di continuare così con più potenza; è quello su cui stiamo lavorando".

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha confermato tale obiettivo, seppur non escluda di sfruttare un quarto motore in caso di necessità di prestazioni più elevate.

“Al momento non è nei nostri piani, vogliamo usarne tre. Poi è chiaro che se salta la Cina e si corrono 21 gare le cose si fanno più semplici. Nel caso in cui serva una quarta PU, dovremo sfruttarla in una pista dove si possono minimizzare i problemi legati alle penalità. Comunque vogliamo sempre avere il massimo delle prestazioni".

Anche Max Verstappen a Motorsport.com a detto di non essere preoccupato di un eventuale penalità in griglia.

"L'anno scorso le abbiamo scontate solo per via degli aggiornamenti portati, che sono stati ottimi - dice l'olandese - Quest'anno cercheremo di non montare più di tre motori".

Horner a poi aggiunto che la PU Honda si integra molto meglio con il telaio Red Bull quest'anno, e che le premesse sono davvero positive e incoraggianti.

“La correlazione tra quello che abbiamo visto nei dati al banco e in pista coincide, è molto incoraggiante questo. E' sempre facile avere qualche ritardo nei tempi, soprattutto nei primi test, ma per ora ci siamo e sono convinto che ci presenteremo a Melbourne pronti. Penso che sia stato un ottimo inverno, il 2019 era il primo anno con la Honda e il legame si è evoluto durante il tempo diventando sempre più stretto, per cui credo che il pacchetto in generale sia ben integrato. Tutto il team ha fatto un ottimo lavoro per affinare la macchina e il motore, siamo arrivati a Barcellona con molti più km al banco, difatti affidabilità e risultati sono stati subito buonissimi, così come le indicazioni dei piloti".

Informazioni aggiuntive di Adam Cooper

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
1/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Motore della Red Bull Racing RB16
Motore della Red Bull Racing RB16
2/13

Foto di: Franco Nugnes

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
3/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
4/13

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
5/13

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
6/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
7/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
8/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
9/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
10/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
11/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
12/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16
Alex Albon, Red Bull Racing RB16
13/13

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Seidl: "Erano anni che la McLaren non partiva così bene nei test"
Articolo precedente

Seidl: "Erano anni che la McLaren non partiva così bene nei test"

Prossimo Articolo

Ferrari: la SF1000 avrà una versione Evo dai GP europei?

Ferrari: la SF1000 avrà una versione Evo dai GP europei?
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021