Red Bull differenzia la strategia: le RB14 partiranno con le supersoft

La squadra di Milton Keynes teme di non poter lottare ad armi pari con Mercedes e Ferrari, quindi ha deciso di far qualificare Ricciardo e Verstappen con le gomme a banda rossa in Q2, studiando una strategia alternativa.

Red Bull differenzia la strategia: le RB14 partiranno con le supersoft
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer, solleva scintille
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 sparks
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer
Max Verstappen, Red Bull Racing watches the garage TV

La Red Bull ha deciso di scompigliare le carte, e scatterà al via del Gran Premio d’Australia con pneumatici supersoft. È una decisione che dice molto dello stato attuale della squadra, e della consapevolezza dei punti di forza e delle debolezze della monoposto 2018.

La prima valutazione che sorge spontanea è che la Red Bull è convinta di non poter sopravanzare Mercedes e Ferraria parità di condizioni, almeno a Melbourne, poi si vedrà. Da qui la scelta di giocare una carta differente, ovvero differenziare la strategia di gara puntando al colpaccio se le scelte si confermeranno azzeccate.

A Ricciardo (che scatterà dall’ottava posizione per una penalità) e a un Verstappen che partirà alle spalle di Kimi Raikkonen, sarà chiesto di allungare il più possibile il primo stint di gara. Le simulazioni della Pirelli indicano intorno al giro 22 la prima sosta per chi partirà con gomme ultrasoft, mentre chi monterà al via le supersoft dovrebbe poter contare su cinque tornate in più.

Se la Red Bull riuscirà in questi giri aggiuntivi ad avere il margine per un "overcut" potrebbe crearsi una situazione favorevole, ma è difficile pensare che Verstappen e Ricciardo possano essere più performanti degli avversari con gomme fresche.

Se invece la pista dovesse confermare un degrado meno accentuato del previsto, per Verstappen e Ricciardo potrebbe essere alla portata la strategia ad una sosta, montando nell’unico pit-stop la mescola soft. Il tutto al netto di ingressi in pista della Safety Car, cosa non impossibile a Melbourne, che potrebbe diventare un jolly a favore o contro le due Red Bull a seconda delle fasi di gara.

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Lewis ci riteneva rivali, ma era una bugia. Il gap è grande"

Articolo precedente

Ricciardo: "Lewis ci riteneva rivali, ma era una bugia. Il gap è grande"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Senza l'errore in curva 4 sarei passato in Q2"

Leclerc: "Senza l'errore in curva 4 sarei passato in Q2"
Carica commenti
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021
Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, la slick era un azzardo esagerato"

Il Gran Premio della Turchia ha messo alla prova le qualità di guida dei piloti e la loro sensibilità in condizioni di difficile lettura. Lewis Hamilton, tentando l'azzardo, avrebbe optato per le gomme slick al pit-stop, ma dal box hanno preferito andare sul sicuro. C'è un mondiale in palio, ogni punto conta

Formula 1
11 ott 2021
Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1 Prime

Matra: il sogno francese di emergere in Formula 1

La scuderia francese poteva vantare una conoscenza tecnologica derivante dall'aviazione, ma le problematiche del glorioso V12, e la sfortuna che ha spesso accompagnato i piloti, hanno posto fine in anticipo all'avventura del team in F1.

Formula 1
10 ott 2021