Formula 1
25 set
FP1 in
19 Ore
:
08 Minuti
:
36 Secondi
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
28 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
49 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic

Red Bull crede ancora nella bontà dell'assetto rake estremo

condivisioni
commenti
Red Bull crede ancora nella bontà dell'assetto rake estremo
Di:
, NobleF1
Co-autore: Christian Nimmervoll

Nonostante i problemi avuti ad inizio stagione dalla RB16, Helmut Marko conferma che la strada presa da Newey è quella giusta e che si continuerà a spingere in questa direzione per migliorare anche in vista del 2021.

La Red Bull continua ad essere convinta che il suo assetto rake estremo sia la strada migliore da percorrere, nonostante alcuni rivali lo considerino un impedimento per le prestazioni.

A Milton Keynes hanno sempre adottato questa soluzione, dato che Adrian Newey la ritiene perfetta per sfruttare al meglio il carico aerodinamico.

I problemi che la RB16 ha evidenziato in avvio di stagione nel trovare il bilanciamento migliore con Max Verstappen e Alex Albon aveva fatto pensare che l'assetto rake potesse essere messo da parte, stando anche alle dichiarazioni di altri tecnici, come ad esempio quello della McLaren, James Key, che per il 2021 ammette che l'idea di usarlo non è la stessa.

"Anche se non penso che l'assetto rake estremo sia per forza necessario, ritengo che un passo indietro si possa anche fare cercando di tirare fuori il massimo da un rake meno accentuato - spiega Key - Ci sono alcune idee su cui si può lavorare".

In Red Bull sono consapevoli che il problema possa esistere, ma Helmut Marko continua a promuovere la filosofia di Newey.

"Ci stiamo guardando - dice il consulente a Motorsport.com in una intervista esclusiva sull'argomento - Da quando Newey ha ritenuto che questa fosse la soluzione più efficiente, abbiamo deciso di mantenerla. I primi tre, fra i quali c'è Max Verstappen, sono di un'altra categoria rispetto agli altri, per cui non credo che il nostro concetto sia sbagliato. C'è un direttore tecnico per questo, perché dia una direzione".

Nonostante i problemi della RB16, Marko è convinto si possa colmare il divario dalle Mercedes.

"Tutto il team è carico, lo si è visto con l'intervento incredibile per riparare la macchina di Verstappen in Ungheria. In Spagna abbiamo fatto tre pit-stop sotto i 2", è la conferma che siamo lì".

Nel 2021 non sarà consentito disegnare nuove vetture, ma il consulente Red Bull conferma che verrà fatto di tutto per migliorare.

"Le auto resteranno così, è per questo che ci stiamo impegnando tantissimo per svilupparle ora. Le avremo anche l'anno prossimo, quindi si deve crescere subito".

Hulkenberg: "Pilota di riserva? No, lavoro per tornare nel 2021"

Articolo precedente

Hulkenberg: "Pilota di riserva? No, lavoro per tornare nel 2021"

Prossimo Articolo

F1 con mappa unica? No, perché ci sono le eccezioni

F1 con mappa unica? No, perché ci sono le eccezioni
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Red Bull Racing
Autore Jonathan Noble