Raikkonen: "Verstappen? Altri sono stati puniti per molto meno"

Il finlandese della Ferrari è autore di una grande rimonta dalla quattordicesima posizione di partenza che lo porta sino al sesto posto finale, ma il duello con Verstappen, dove ha danneggiato l'ala, lo ha fatto infuriare...

La prestazione odierna di Kimi Raikkonen ha regalato un sorriso al box Ferrari dopo la pessima strategia adottata nel corso delle qualifiche che ha penalizzato il pilota finlandese.

Raikkonen, infatti, è stato costretto a scattare dalla quattordicesima posizione ma, grazie ad una saggia scelta del muretto di adottare le coperture soft, è riuscito a rimontare numerose posizioni, potendo utilizzare gli pneumatici supersoft che hanno garantito un passo decisamente veloce alla SF16-H.

Kimi ha concluso in sesta posizione dopo aver duellato a lungo, ed in modo molto duro, con Max Verstappen, rovinando parzialmente l'ala in un tentativo di sorpasso nei confronti dell'olandese. Una posizione che non esalta particolarmente "iceman", frustrato dall'errore commesso dal team nel corso delle qualifiche.

"Purtroppo siamo stati penalizzati dalle qualifiche di ieri che ci hanno fatto partire molto indietro. Oggi la vettura era molto performante ma, ripeto, siamo partiti troppo indietro per poter ottenere un risultato migliore".

Raikkonen ha regalato spettacolo nel corso delle battute finali quando si è trovato alle spalle di Max Verstappen. Come già avvenuto a Barcellona, anche sul tracciato ungherese i due piloti hanno tenuto con il fiato sospeso il pubblico ma, a differenza del gran premio spagnolo, in questa occasione è scappato il contatto tra i due piloti.

Kimi ha infatti danneggiato la parte sinistra dell'ala anteriore contro il retrotreno della Red Bull dell'olandese, impegnato a zigzagare per evitare di subire il sorpasso. Qualche tornata dopo, Verstappen ha ripetuto la stessa manovra alla staccata del rettilineo principale costringendo il pilota Ferrari ad andare lungo per evitare un ritiro certo.

Raikkonen ha commentato con disappunto la difesa attuata dal driver della Red Bull, ritenendo che andasse penalizzato.

"Non sono io a decidere se Verstappen oggi si sia comportato in modo corretto o meno, non spetta a me la decisione, ma ho visto molti piloti penalizzati per manovre meno evidenti. Ripeto, non spetta a me giudicare il suo comportamento".

Il finlandese si è infine congedato dalla stampa dichiarandosi deluso per il risultato finale ma non per le performance della vettura, apparse decisamente diverse da quelle mostrate nell'ultimo round di Silverstone.

"Sono deluso perché non sono riuscito a superarlo, ma la vettura andava molto bene, aveva una ottima velocità, tuttavia questo non è uno dei circuiti dove superare è più semplice"

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Ungheria
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Hungaroring
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista