Raikkonen: "Sono stato colpito e sono finito in testacoda"

Kimi dice di non avere capito molto del contatto con Vettel, ma fa capire di non volersi prendere responsabilità. Poi una buona rimonta gli ha permesso di risalire fino ad un quinto posto che almeno vale 10 punti.

Kimi Raikkonen è parso piuttosto deluso alla conclusione di un GP della Cina dalle due facce: alla prima curva è stato centrato dall'altra Ferrari di Sebastian Vettel, ma poi il finlandese non si è perso d'animo ed ha dato vita ad una bella rimonta che lo ha portato fino al quinto posto finale.

Sull'incidente al via, "Iceman" non si è sbilanciato troppo: "Non so di preciso cosa sia successo, non è che abbia visto. Sono stato colpito e a questo punto sono finito in testacoda. Ho avuto poi anche una foratura sulla gomma anteriore sinistra ed anche un danno all'ala davanti. Però non ho visto chiaramente quello che è accaduto".

La rimonta gli è ha regalato anche un bel sorpasso ai danni di Lewis Hamilton, ma anche questa non sembra averlo esaltato troppo: "E' chiaro che la partenza è stata un disastro, ma poi ho cercato di fare il meglio possibile. Non è stata certamente una gara facile, ma almeno alla fine sono riuscito ad ottenere qualche punto per la classifica".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP della Cina
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista