Raikkonen: "Questo è il massimo che possiamo fare in gara"

Il campione del mondo 2007 ha corso, così come Vettel, una gara anonima frutto di una monoposto in evidente crisi di sviluppo. Il deludente risultato odierno ha sancito il sorpasso in classifica costruttori da parte della Red Bull.

Anche in Germania la Ferrari ha confermato la striscia negativa che la vede ormai lontanta dal podio per la terza gara consecutiva. La scuderia di Maranello, oggi quinta e sesta con Vettel e Raikkonen, non è mai stata in grado di impensierire la Red Bull, ed ha subito il sorpasso in classifica costruttori proprio dalla scuderia anglo austriaca.

Raikkonen, così come Vettel, è stato autore di una gara anonima, subito sopravanzato dal compagno di team nelle prime fasi di gara. Il finlandese ha lamentato enormi problemi nella gestione degli pneumatici, patendo la carenza di grip.

"E' stata una gara estremamente tranquilla per me, non è successo nulla di rilevante. Con le gomme nuove la vettura andava piuttosto bene, poi ho iniziato ad accusare sia sottosterzo che sovrasterzo e a lamentare la mancanza di aderenza".

Kimi, oltre a faticare con gli pneumatici ha dovuto guidare in modo conservativo nel finale per risparmiare carburante, e questo ha aumentato il distacco finale da Vettel, pari ad oltre 15 secondi.

"La gara è andata più o meno così. Nell'ultimo stint sono stato anche costretto a risparmiare carburante, quindi non ho avuto molte possibilità per divertirmi in pista".

Con il gran premio odierno si è completata una striscia negativa per la Ferrari. La scuderia di Maranello è stata incapace di portare almeno uno dei suoi piloti a podio per la terza gara consecutiva, palesando così tutti i limiti tecnici di una vettura lontana non solo dalle prestazioni messe in mostra dalla Mercedes, ma anche da quelle evidenziate dalla Red Bull.

Raikkonen non ha perso la fiducia nella capacità di reagire del team, ma è consapevole che il lavoro che attende il reparto tecnico di Maranello sia lungo.

"Dobbiamo migliorare la vettura, trovare il carico aerodinamico che ci manca, ritrovare la velocità. Dobbiamo crescere in tutti i settori e cercare di capire cosa saremo in grado di fare".

Il campione del mondo 2007 ha infine rilasciato una dichiarazione disarmante circa l'attuale stato di forma della vettura.

"Ovviamente dobbiamo fare meglio, è doloroso, ma questo è il massimo che riusciamo a fare in gara. Tuttavia credo nel team, abbiamo bisogno di tempo e di duro lavoro ma riusciremo a tornare ai nostri livelli".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Germania
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Hockenheim
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista