Raikkonen: "Non poteva esserci un posto migliore di Monza per conquistare la pole"

condivisioni
commenti
Raikkonen:
Di: Marco Di Marco
01 set 2018, 14:47

Il finlandese ha centrato la diciottesima pole position in carriera e firmato il nuovo record del tracciato grazie ad una zampata decisiva nel finale. Kimi adesso punta a completare l'opera con la gara di domani.

Polesitter Kimi Raikkonen, Ferrari celebrates in parc ferme
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H

E’ stato Kimi Raikkonen il grande protagonista del sabato di Monza. Il finlandese, infatti, è riuscito a conquistare la pole position numero diciotto in carriera grazie ad un ultimo giro praticamente perfetto che gli ha anche regalato il nuovo record del circuito con il crono di 1'19"119.

In una sessione estremamente tesa, dove le Ferrari e la Mercedes di Hamilton sono state molto vicine, Raikkonen è riuscito a piazzare la zampata decisiva nei secondi conclusivi beffando il proprio compagno di team, Sebastian Vettel, per 161 millesimi ed ha così alla Scuderia di Maranello una prima fila che mancava dal lontano 2000.

 

La conquista della pole ha sciolto Raikkonen. Il finlandese si è dilungato in conferenza stampa affermando come conquistare il miglior riferimento di giornata sulla pista di casa della Ferrari abbia un gusto particolare.

Leggi anche:

“Se avessi potuto scegliere dove andare in pole position questo sarebbe stato senza dubbio il posto migliore. Ci siamo andati vicino parecchie volte nelle ultime gare ma ci è sempre mancato qualcosa”.

Raikkonen ha poi analizzato il giro che gli ha consentito di demolire il record del tracciato. Kimi ha voluto ringraziare pubblicamente i tecnici di Maranello che hanno apportato delle modifiche rivelatesi poi fondamentali per la conquista della pole.

“Il secondo tentativo è stato più che discreto ed è stato sufficiente per farmi ottenere la pole position. Chiaramente conta anche la posizione in pista per le scie, ma alla fine quello che ho fatto è stato sufficiente. Le condizioni sono state piuttosto insidiose ma siamo riusciti a modificare la vettura nel modo giusto e tutto è andato per il verso migliore. Speriamo che domani la situazione si ripeta”.

Nonostante la felicità per una doppietta in qualifica che a Monza mancava da ben 18 anni, Raikkonen ha mantenuto i piedi per terra. Kimi è consapevole che la parte importante del weekend sarà la gara.

“Centrare una doppietta in qualifica è grandioso per la Ferrari, ma siamo soltanto a metà del lavoro. Domani ci sarà la parte più importante e speriamo di poter ottenere un grande risultato”.

Leggi anche:

Raikkonen ha poi dichiarato come la prima pole stagionale abbia un gusto particolare e lo ripaghi delle altre occasioni in cui ha sfiorato il miglior tempo in qualifica.

“E’ la prima pole dell’anno ed è ovviamente una sensazione speciale, ma noi ci proviamo sempre e non è così semplice come può apparire dall’esterno. Tutto il weekend è andato bene e sono sempre stato tra i primi. Dopo le libere c’erano tre vetture nettamente in testa in grado di lottare per la pole ed è andata così. Sono contento di esserci riuscito, ma non cambia nulla. L’importante è domani”.

 

Prossimo articolo Formula 1
GP Italia: Raikkonen in pole a Monza, ci sono due Ferrari davanti a Hamilton

Articolo precedente

GP Italia: Raikkonen in pole a Monza, ci sono due Ferrari davanti a Hamilton

Prossimo Articolo

Vettel: "Non sono soddisfatto del mio giro, fortunatamente parto in seconda piazza"

Vettel: "Non sono soddisfatto del mio giro, fortunatamente parto in seconda piazza"
Carica commenti