Raikkonen: "Non ho alcun rancore con Sebastian per Shanghai"

Kimi Raikkonen non fa polemiche e guarda avanti: Iceman ufficializza che la Ferrari usa un motore nuovo come aveva anticipato Motorsport.com. Il finlandese si aspetta una monoposto competitiva ma non ancora per vincere.

In attesa delle comunicazioni ufficiali della FIA relative alle novità sulle power unit presentate dalle squadre per il weekend di gara, è stato Kimi Raikkonen (ovviamente con poche parole) a rivelare senza censure che la Ferrari ha portato in Russia una nuova power unit.
“Per quanto riguarda il motore, abbiamo un piano di sviluppo ben preciso – ha raccontato Kimi - la power unit che utilizzeremo qui fa parte di un programma di sviluppo pianificato per tutta la stagione. Farà la differenza? Non lo so, vedremo”.

“Iceman” ha confermato di aver messo da parte l’incidente con Vettel avvenuto al via della gara di Shanghai, ma non senza aver sottolineato che alla fine lui è quello che ci ha rimesso di più. È un Raikkonen più pimpante rispetto a quello visto nel Mondiale 2015, non solo in pista ma anche senza casco. Kimi sorride, fa battute e ogni tanto si concede anche qualche intervista senza gli onnipresenti occhiali da sole. Come è accaduto oggi a Sochi.

Dopo tre gare hai quattro punti in più rispetto al 2015. Ma al di là del punteggio, ti senti in una forma migliore rispetto a dodici mesi fa?
“Non proprio. In generale la situazione avrebbe potuto essere migliore se non ci fossero stati degli imprevisti, ma comunque siamo riusciti a ottenere dei punti. L'obiettivo è di migliorare i nostri risultati, ed è quello che cercheremo di fare qui a Sochi. Se riusciremo a completare un weekend senza imprevisti, credo che i nostri risultati saranno migliori. Siamo all’inizio della stagione, e sono convinto che ci saranno progressi gara dopo gara”.

Ti aspettavi un Nico Rosberg davanti a tutti dopo appena tre gare?
“Nico è stato uno dei pochi piloti che è riuscito a completare tutte le gare con un ottimo rendimento e senza problemi. Il nostro obiettivo è provare a batterlo, abbiamo tante gare davanti a noi in cui potremo provarci”.

In Mercedes continuano a dire che la Ferrari è molto vicina. Tu sei convinto di poterli battere?
“Sono sicuro che abbiamo del lavoro da fare e che ci sono aspetti che dobbiamo migliorare, anche piccoli, ma che alla fine impattano sempre sul tempo sul giro. Ma penso anche che il nostro pacchetto tecnico sia competitivo”.

Hai qualcosa da aggiungere sull’incidente avvenuto con Vettel a Shanghai? Cosa vi ha detto il Presidente Marchionne dopo la corsa?
“Non ho rivisto l’incidente dopo la corsa. Ovviamente quanto è accaduto a Shanghai non è l’ideale per nessuno di noi, ma fa parte delle corse. Ci è costato un bel po', ma abbiamo cercato di ridurre i danni e alla fine non è stato un disastro. Nessuno ha voglia di ritrovarsi coinvolto in un incidente di gara, soprattutto con il proprio compagno di squadra, ma può accadere anche questo”.

Credi che Vettel abbia preso la posizione giusta con Kvyat?
“Ho visto qualcosa, ma non ha niente a che fare con me, quindi preferisco non commentare visto che è una cosa che riguarda loro due. Posso solo dire che alla fine in questa storia sono quello che ha pagato il prezzo più grande, anche se poi siamo riuciti a limitare i danni. Diciamo che dopo quello che è successo avrebbe potuto andarmi anche peggio”.

Torni sulla pista dove lo scorso anno hai lottato per il podio fino all’ultimo giro. È un tracciato che ti piace?
“Si, credo che sia una pista bella. Nelle gare precedenti abbiamo faticato un po’ per gestire al meglio le gomme, ma quest’anno si prospetta un weekend più caldo che dovrebbe aiutare sotto questo fronte. Mi piace guidare qui a Sochi, è una pista impegnativa ma bella”.

Che aspettative hai alla vigilia di questo weekend?
“Non credo che sia un fine settimana diverso dagli altri. Mi aspetto una monoposto buona, ma non so ancora se abbastanza da poter vincere”.

Hai messo in archivio l'incidente con Sebastian in Cina?
“Non c'è rancore".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Russia
Sub-evento Giovedì
Circuito Sochi Autodrom
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Analisi