Raikkonen: "Dopo Singapore speriamo di progredire anche qui a Sepang"

condivisioni
commenti
Raikkonen:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
29 set 2016, 11:44

Il finlandese della Ferrari spera di proseguire nel trend positivo che ha visto la Ferrari progredire vistosamente nelle ultime gare. "Vedremo se le mescole dure si comporteranno bene con il caldo malese", ha affermato Kimi.

Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H
Kimi Raikkonen, Ferrari

Kimi Raikkonen rimanda gli obiettivi malesi della Ferrari al termine delle prove libere in programma domani. Con il suo consueto pragmatismo, ‘Iceman’ ha analizzato le incognite che hanno reso molto interrogativa la vigilia del weekend di Sepang.

“Non c'è davvero alcun senso nel cercare di indovinare a cosa potremo ambire nella gara di domenica – ha spiegato Raikkonen – nel corso della stagione abbiamo visto cambiare molto i valori in campo passando da una pista all’altra. Qui a Sepang ci sarà anche un nuovo asfalto, e non sappiamo ancora come lavoreranno gli pneumatici su questa superficie. Lo scopriremo durante il fine settimana".

"Abbiamo un intenso programma di lavoro, e vedremo. Posso solo dire che veniamo da gara in cui ci sono stati dei progressi, e mi auguro che questa tendenza possa essere confermata anche qui. Ci sono state gare in cui siamo stati sorpresi nel vedere quanto eravamo vicini ai leader, quindi spero che possa essere un weekend del genere”.

“In più – ha proseguito Kimi – in questo weekend avremo a disposizione le mescole più dure, è previsto molto caldo, una condizione differente rispetto ad altre piste dove sono state utilizzate hard e medie. Potrebbe rivelarsi un abbinamento perfetto, come il contrario, per questo credo che sia indispensabile attendere l’esito delle prime prove per avere un quadro più chiaro della situazione”.

Raikkonen è tornato anche sul pit-stop di Singapore, rispondendo alla domanda se sia stato vanificato un possibile podio: “Avrei concluso davanti a Lewis senza il pit-stop? Dirlo dopo è più semplice, ma credo che se fossi rimasto in pista Lewis mi avrebbe attaccato nei giri finali. Avrebbe potuto passarmi, o forse no, ma se ci fosse riuscito alla fine il risultato non sarebbe cambiato”.

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP della Malesia
Sotto-evento Giovedì
Location Sepang International Circuit
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Intervista