Raikkonen: "Con le gomme 2018 mi sento molto a mio agio!"

condivisioni
commenti
Raikkonen:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
26 apr 2018, 15:25

Il finlandese non recrimina per i punti che ha lasciato per strada, ma guarda avanti con fiducia perché la Ferrari si adatta al suo stile di guida che non predilige il sottosterzo. Kimi adesso aspetta dei risultati pari alle prestazioni della SF71H.

Kimi Raikkonen, Ferrari, con la felpa la cui replica è in palio per il GP Predictor del GP dell'Azerbaijan
Kimi Raikkonen, Ferrari, esce dalla sua monoposto
Kimi Raikkonen, Ferrari festeggia sul podio
Kimi Raikkonen, Ferrari e Jean Alesi
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Kimi Raikkonen, Ferrari, con la felpa la cui replica è in palio per il GP Predictor del GP dell'Azerbaijan
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H pit stop
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H e Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H al comando alla partenza della gara
Il vincitore della gara Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, il secondo classificato Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, il terzo classificato Kimi Raikkonen, Ferrari

Anche se dopo tre gare si trova a -24 da Sebastian Vettel nella classifica del Mondiale, Kimi Raikkonen sta vivendo un buon momento. La performance del finlandese è stata sempre molto vicina a quella del compagno di squadra, capace però di fare la differenza nel momento cruciale della qualifica, ovvero l’ultimo giro della Q3. Ma Kimi è li, e per la prima volta ha spiegato anche il primo motivo che lo ha portato a trovare il giusto feeling con la SF71H.

“Non è una questione di provare tanto o poco prima del Mondiale – ha confermato Raikkonen - puoi passare in pista due settimane ma se la macchina non funziona, o non hai le condizioni giuste, finisce che perdi la direzione, che è ancora peggio di non provare del tutto".

"Quest’anno gli pneumatici sono leggermente diversi, e per me è stata una novità con cui mi sono trovato subito a mio agio. Le gomme hanno un ruolo molto importante, quelle 2018 sono migliori, offrono una maggiore aderenza, e questo aiuta molto il mio feeling”.

Non è una novità che Raikkonen soffra molto il sottosterzo, ed in effetti le Pirelli 2018 hanno migliorato molto l’ingresso in curva, un aspetto molto apprezzato da Kimi.
“Finora sono stato molto contento della mia guida – ha proseguito – che non credo di aver cambiato a dirla tutta, ma i risultati sono comunque migliorati in termini di performance. I risultati non sono ancora l’ideale, ho già pagato un ritiro e questo è costato molti in termini di punti".

"Senza quel problema la mia situazione in classifica sarebbe migliore, ma la buona notizia è che in termini di performance finora siamo andati bene, adesso l’importante è trasformare questo potenziale in punti in classifica, stando lontano dai problemi”.

Raikkonen ha invece spento sul nascere le insinuazioni di un suo ruolo da secondo pilota nel team, nate dopo le sfortunate circostanze di gara che lo hanno penalizzato in Cina.
“È sempre facile parlare dopo la gara, e dire cosa avremmo dovuto fare. Una volta che conosci come è andata la corsa non è un’impresa capire quale sarebbe stata la strategia corretta, ma le decisioni si prendono in tempo reale, e si cerca di fare il meglio che si può. A volte va bene, a volte meno".

"Per quanto ne so, ho le stesse possibilità di far bene di tutti gli altri piloti, e non sarei qui se non fosse così. In merito alla gara di Shanghai sappiamo che dopo i pit-stop non ero nella posizione migliore, ma il terzo posto finale è stato buono, anche se ovviamente spero che arrivi qualcosa di meglio”.

Poi, ed anche questa è una piccola notizia, Raikkonen si è messo a ridere. Lo scorso anno Iceman si fece sentire via-radio urlando “dov’è il volante?” quando il team lo spinse fuori dai box per la ripartenza dopo il regime di bandiera rossa. Un “where is steering wheel?” urlato che è diventato virale su social e youtube. Kimi, ti sei assicurato che non accada nuovamente?
“Eh eh…si, ma è importante anche che tutti abbiano una radio funzionante... non si sa mai”.

 

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: "Mercedes tornerà fortissima in Qualifica a breve"

Articolo precedente

Hamilton: "Mercedes tornerà fortissima in Qualifica a breve"

Prossimo Articolo

Verstappen: "La vittoria di Ricciardo? La conseguenza di alcuni miei errori"

Verstappen: "La vittoria di Ricciardo? La conseguenza di alcuni miei errori"
Carica commenti