Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"

Racing Point risponde al reclamo di Renault e afferma che porterà tutte le prove necessarie per confutarlo. "La FIA sa come abbiamo progettato la RP20, siamo tranquilli", fa sapere il team.

Racing Point risponde a Renault: "Il loro reclamo? Inconcepibile"

"Inconcepibile". Così la Racing Point ha definito il reclamo fatto dalla Renault al termine del Gran Premio di Stiria proprio nei confronti del team che ha base a Silverstone e che dall'anno prossimo si chiamerà Aston Martin.

Racing Point ha respinto le accuse fatte dalla Renault proprio tramite la protesta ufficiale contro le due RP20 di Sergio Perez e Lance Stroll. Renault ritiene che i condotti dei freni anteriori e posteriori delle RP20 provengano da un progetto della Mercedes e questo non sarebbe consentito dalle norme che regolano le parti sopra citate.

I commissari sportivi della FIA che hanno preso a carico la protesta del team di Cyril Abiteboul hanno dichiarato la protesta "ammissibile", dunque questa sarà oggetto di indagine e sia Racing Point che Mercedes dovranno fornire le prove.

Leggi anche:

Il team Racing Point ha anche parlato del reclamo fatto dalla Renault ai microfoni di Motorsport.com: "Il team Racing Point è estremamente deluso nel vedere i risultati ottenuti al GP di Stiria messi in discussione da quella che considera una protesta inconcepibile e mal informata".

"Qualsiasi suggerimento di illecito è fermamente respinto e il team prenderà tutte le contromisure necessarie per garantire la corretta applicazione del regolamento".

Racing Point ha sottolineato come la FIA sia stata pienamente informata su ciò che è stato fatto sul progetto 2020: "Prima dell'inizio della stagione, il team ha collaborato con la FIA e ha affrontato in modo soddisfacente tutte le questioni relative alle origini dei disegni della RP20".

"Il team è fiducioso che la protesta possa essere respinta una volta che avrà presentato le sue prove e le sue risposte".

In questo momento la Racing Point si trova sull'orlo di un burrone. In questa stagione le gare saranno sempre molto ravvicinate, per cui sarà quasi impossibile produrre pezzi differenti e correre con quelli. Ciò significa che le RP20 continueranno a correre con l'impianto frenante usato sino a ora.

Se questo dovesse essere ritenuto fuori legge, allora il team rischia di perdere tutti i punti fatti con le componenti ritenute illegali. Dai piani alti del team di Silverstone regna una certa tranquillità, ma se le cose non dovessero essere come nei pensieri della Racing Point, per loro il 2020 potrebbe tramutarsi da un anno pieno di opportunità a un vero incubo.

condivisioni
commenti
Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20
Articolo precedente

Renault: allarme affidabilità a causa dei radiatori delle R.S.20

Prossimo Articolo

Mercedes: l'uomo squadra Bottas sarà confermato per il 2021

Mercedes: l'uomo squadra Bottas sarà confermato per il 2021
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021