Racing Point istiga: "Non abbiamo mostrato tutto il potenziale"

La Racing Point pensa di non aver ancora mostrato tutto il potenziale della sua monoposto, nonostante i rivali siano già diffidenti per il passo mostrato nelle prime due gare di questa stagione.

Racing Point istiga: "Non abbiamo mostrato tutto il potenziale"

Con la rimonta che ha portato Sergio Perez dal 17esimo posto in griglia fino a lottare per la quarta posizione, il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha sottolineato che tutte le squadre dovrebbero essere preoccupate per lo stato di forma della Racing Point.

Tuttavia, con i primi due weekend che hanno subito l'impatto di prestazioni non all'altezza in qualifica, la Racing Point ritiene di non aver ancora mostrato tutto il suo potenziale.

Il team principal Otmar Szafnauer ritiene che una maggior comprensione della vettura, sommata alla visita di circuiti più ad alta velocità, potrebbe essere la chiave per lottare ancora più in alto in futuro.

"Ci potrebbero essere alcuni circuiti che si addicono di più alla nostra vettura, sui quali saremo più vicini" ha detto Szafnauer.

"Ma quanto? Non lo so. E' davvero difficile dirlo. Sono solo contento che il nostro passo gara sia buono, anche se dobbiamo ancora imparare qualcosa, perché non riusciamo ancora ad ottimizzare tutto il weekend di gara".

Avendo adottato lo stesso concetto di design della Mercedes, il team ha dovuto imparare da zero come impostare la vettura ed è per questo che Szafnauer è convinto che non sia stato ancora tirato fuori il meglio dalla RP20.

Leggi anche:

"Ci vuole tempo" ha detto. "Bisogna fare degli esperimenti e ricordo che anni fa, quando ero alla Honda, è arrivato un momento in cui, nella seconda metà della stagione, nella quale improvvisamente ci siamo concentrati sull'anno successivo e non abbiamo più portato aggiornamenti sulla vettura".

"Alla fine, quando non ha aggiornamenti per quattro o cinque gare di fila, impari di più come sfruttare la vettura e renderla più veloce. Credo che noi abbiamo ancora molto da imparare e lo si può fare solo con l'esperienza e gli esperimenti. Più lavoriamo e più iniziamo a capire i set-up giusti".

Szafnauer, in particolare, è convinto che in futuro sarà molto utile alla squadra quanto accaduto sabato, quando durante la qualifica sul bagnato i piloti non riuscivano a mandare in temperatura le gomme e Perez è stato addirittura eliminato in Q1.

"Se non si risce a far funzionare le gomme da bagnato, perché non sono nella finestra giusta, si fa fatica" ha detto.

"E' quello che ci è successo per una serie di motivi, ma ora sappiamo quali sono. Se dovessimo affrontare un'altra qualifica sul bagnato, le cose andrebbero molto diversamente grazie a quello che abbiamo imparato sabato".

Lance Stroll, Racing Point RP20 e Sergio Perez, Racing Point RP20
Lance Stroll, Racing Point RP20 e Sergio Perez, Racing Point RP20
1/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20, precede Nicholas Latifi, Williams FW43
Sergio Perez, Racing Point RP20, precede Nicholas Latifi, Williams FW43
2/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
3/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, fa un pit stop
Lance Stroll, Racing Point RP20, fa un pit stop
4/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, nel garage
Sergio Perez, Racing Point, nel garage
5/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, entra nella monoposto
Sergio Perez, Racing Point, entra nella monoposto
6/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20
Lance Stroll, Racing Point RP20
7/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
8/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20
Lance Stroll, Racing Point RP20
9/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20
Lance Stroll, Racing Point RP20
10/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20
Lance Stroll, Racing Point RP20
11/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, ritorna dentro al garage
Lance Stroll, Racing Point RP20, ritorna dentro al garage
12/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
13/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
14/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
15/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes ha il motore più potente: 20 cv più di Honda
Articolo precedente

Mercedes ha il motore più potente: 20 cv più di Honda

Prossimo Articolo

Ferrari: è questione più di uomini che di tecnica

Ferrari: è questione più di uomini che di tecnica
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021