Racing Point istiga: "Non abbiamo mostrato tutto il potenziale"

La Racing Point pensa di non aver ancora mostrato tutto il potenziale della sua monoposto, nonostante i rivali siano già diffidenti per il passo mostrato nelle prime due gare di questa stagione.

Racing Point istiga: "Non abbiamo mostrato tutto il potenziale"

Con la rimonta che ha portato Sergio Perez dal 17esimo posto in griglia fino a lottare per la quarta posizione, il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha sottolineato che tutte le squadre dovrebbero essere preoccupate per lo stato di forma della Racing Point.

Tuttavia, con i primi due weekend che hanno subito l'impatto di prestazioni non all'altezza in qualifica, la Racing Point ritiene di non aver ancora mostrato tutto il suo potenziale.

Il team principal Otmar Szafnauer ritiene che una maggior comprensione della vettura, sommata alla visita di circuiti più ad alta velocità, potrebbe essere la chiave per lottare ancora più in alto in futuro.

"Ci potrebbero essere alcuni circuiti che si addicono di più alla nostra vettura, sui quali saremo più vicini" ha detto Szafnauer.

"Ma quanto? Non lo so. E' davvero difficile dirlo. Sono solo contento che il nostro passo gara sia buono, anche se dobbiamo ancora imparare qualcosa, perché non riusciamo ancora ad ottimizzare tutto il weekend di gara".

Avendo adottato lo stesso concetto di design della Mercedes, il team ha dovuto imparare da zero come impostare la vettura ed è per questo che Szafnauer è convinto che non sia stato ancora tirato fuori il meglio dalla RP20.

Leggi anche:

"Ci vuole tempo" ha detto. "Bisogna fare degli esperimenti e ricordo che anni fa, quando ero alla Honda, è arrivato un momento in cui, nella seconda metà della stagione, nella quale improvvisamente ci siamo concentrati sull'anno successivo e non abbiamo più portato aggiornamenti sulla vettura".

"Alla fine, quando non ha aggiornamenti per quattro o cinque gare di fila, impari di più come sfruttare la vettura e renderla più veloce. Credo che noi abbiamo ancora molto da imparare e lo si può fare solo con l'esperienza e gli esperimenti. Più lavoriamo e più iniziamo a capire i set-up giusti".

Szafnauer, in particolare, è convinto che in futuro sarà molto utile alla squadra quanto accaduto sabato, quando durante la qualifica sul bagnato i piloti non riuscivano a mandare in temperatura le gomme e Perez è stato addirittura eliminato in Q1.

"Se non si risce a far funzionare le gomme da bagnato, perché non sono nella finestra giusta, si fa fatica" ha detto.

"E' quello che ci è successo per una serie di motivi, ma ora sappiamo quali sono. Se dovessimo affrontare un'altra qualifica sul bagnato, le cose andrebbero molto diversamente grazie a quello che abbiamo imparato sabato".

Lance Stroll, Racing Point RP20 e Sergio Perez, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20 e Sergio Perez, Racing Point RP20
1/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20, precede Nicholas Latifi, Williams FW43

Sergio Perez, Racing Point RP20, precede Nicholas Latifi, Williams FW43
2/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
3/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, fa un pit stop

Lance Stroll, Racing Point RP20, fa un pit stop
4/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, nel garage

Sergio Perez, Racing Point, nel garage
5/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, entra nella monoposto

Sergio Perez, Racing Point, entra nella monoposto
6/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20
7/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
8/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20
9/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20
10/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20
11/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, ritorna dentro al garage

Lance Stroll, Racing Point RP20, ritorna dentro al garage
12/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
13/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
14/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
15/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes ha il motore più potente: 20 cv più di Honda

Articolo precedente

Mercedes ha il motore più potente: 20 cv più di Honda

Prossimo Articolo

Ferrari: è questione più di uomini che di tecnica

Ferrari: è questione più di uomini che di tecnica
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021