Protocolli COVID: warning in arrivo per Mercedes e Ferrari

Ferrari e Mercedes saranno richiamate dalla FIA affinché i loro dipendenti rispettino i protocolli COVID-19, dopo che Charles Leclerc e Valtteri Bottas sono tornati a Monaco alla fine del Gran Premio d'Austria.

Protocolli COVID: warning in arrivo per Mercedes e Ferrari

Con l'imposizione da parte della FIA di rigide bolle sociali per limitare le possibilità di diffusione di un'infezione nel paddock, il delegato COVID-19 dell'organo di governo è stato avvisato che sia Leclerc che Bottas hanno lasciato l'Austria dopo la gara dello scorso fine settimana, confermando quindi la nostra anticipazione di un paio di giorni fa, secondo cui non tutti stavano seguendo i protocolli alla lettera.

Bottas ha pubblicato sui social le immagini di un'uscita a Monaco, mentre Leclerc è stato fotografato con amici e tifosi, inclusa un'immagine in cui nessuno una mascherina.

 

Resta inteso che dopo aver analizzato la situazione, la FIA scriverà ad entrambe le squadre per ricordare loro la necessità di seguire rigorosamente il Codice di Condotta che tutti i partecipanti alle gare in Austria devono rispettare.

Per la Ferrari si tratterà del secondo richiamo, dopo che la scorsa settimana le era stato fatto notare che Sebastian Vettel si era intrattenuto con Christian Horner ed Helmut Marko della Red Bull senza indossare la mascherina. La FIA quindi potrebbe trattare la questione in maniera più decisa.

Il Codice di Condotta lascia la porta aperta a ripetute violazioni da segnalare ai commissari sportivi.

"Quando il delegato COVID-19 ritiene qualcuno abbia deliberatamente o ripetutamente violato il Codice-19, dovrà presentare una relazione ai Commissari Sportivi, che procederanno in conformità con l'Articolo 11.9 del Codice Sportivo Internazionale".

Leggi anche:

Parlando della questione in vista del Gran Premio di Stiria, Bottas ha dichiarato di non aver fatto niente di male e di essere stato autorizzato a tornare a Monaco.

"Ovviamente o chiesto se fosse permesso tornare a casa e lo è" ha detto. "Certo, non fa differenza se resto con le stesse persone, nella stessa bolla, che io sia qui o che torni a Monaco. Così ho deciso di tornare a casa, visto che siamo in Europa e i viaggi sono piuttosto brevi. Quindi non c'è troppo stress legato al viaggio".

"Volevo passare quei tre giorni a casa. E' stato molto bello e mi sento molto carico in vista del fine settimana. Quindi penso che sia stata una buona decisione da parte nostra, perché so cosa è meglio per me tra una gara e l'altra. Inoltre dal punto di vista della sicurezza, non c'è alcuna differenza. Sono sempre le stesse persone con cui avrei avuto a che fare qui".

Anche Leclerc non ha visto un grande problema in quello che ha fatto, in quanto ha detto di aver fatto un paio di test di positività al Coronavirus per assicurarsi di non essere portatore della malattia.

"Sono tornato a casa" ha detto. "Ma ho fatto due volte il test prima di tornare qui. Quindi, in due giorni ho fatto due test, entrambi negativi. E questo è tutto".

Tuttavia, le azioni di Bottas e Leclerc hanno infastidito alcuni colleghi, tra cui Romain Grosjean che ha espresso il suo stupore per il fatto che gli sia stata data la possibilità di viaggiare.

"E' sempre divertente stare a casa, ma a me non è stata data la possibilità di farlo" ha detto il francese. "Il messaggio era che dovevamo rimanere tutti in Austria, quindi sono rimasto un po' sorpreso nel vedere che alcuni erano tornati a casa".

"Ma allo stesso tempo non viaggiare mi ha dato la possibilità di riposare. Sono andato in montagna, sono andato in bicicletta e sono andato a vedere le mucche... Poi domenica sera anche io andrò a casa prima di partire per Budapest".

Informazioni aggiuntive di Benjamin Vinel

condivisioni
commenti
Verstappen fa retromarcia: "Vettel in RB? Sono felice con Albon"
Articolo precedente

Verstappen fa retromarcia: "Vettel in RB? Sono felice con Albon"

Prossimo Articolo

Hamilton: "I giochetti mentali con me non funzionano"

Hamilton: "I giochetti mentali con me non funzionano"
Carica commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021