Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
115 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
158 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
172 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
185 giorni

Project Pitlane riceve 20.000 ordini per combattere il COVID-19

condivisioni
commenti
Project Pitlane riceve 20.000 ordini per combattere il COVID-19
Di:
Tradotto da: Redazione Motorsport.com
14 apr 2020, 09:58

L'iniziativa della Formula 1 denominata "Project Pitlane", che ha coinvolto i sette team che hanno sede nel Regno Unito, sta dando una grossa mano alla richiesta dei 20.000 ventilatori polmonari per combattere la pandemia di Coronavirus.

Le squadre stanno lavorando assieme mettendo a diposizione le loro tecnologie in base alle richieste del Governo britannico ed oltre ai ventilatori realizzati da ciascuna, la Mercedes si è occupata anche dei respiratori. Tutti sono all'opera con un consorzio di aziende coinvolte nella richiesta di oltre 10.000 unità già ordinate. A Brixworth, ad esempio, i 40 macchinari che solitamente producono i pistoni delle F1 e i turbo ora realizzano 1000 oggetti medici al giorno.

Un terzo progetto di ventilatore portatile presentato dal giovane dottore Alastair Darwood è stato momentaneamente accantonato poiché il Governo ha bisogno di quelli per combattere subito il Coronavirus nelle strutture dedicate.

Red Bull e Renault hanno lavorato assieme sul primo protitipo denominato BlueSky, realizzato in appena 3 settimane con 18 ore di mano d'opera giornaliere per essere più rapidi, poi il Governo ha cambiato strategia per cui si è deciso di interrompere il tutto per ora (seppur l'azienda sanitaria nazionale avesse comunque approvato il ventilatore BlueSky, che però non è stato ritenuto di secondo piano rispetto ai prodotti più sofisticati e specifici degli ospedali).

Il BlueSky resta comunque disponibile e utilizzabile in futuro dai medici, come spiega un portavoce della F1, che si complimenta con Red Bull e Renault per la velocità di produzione.

“Aston Martin Red Bull Racing e Renault DP World F1 Team si sono occupate di BlueSky con una fantastica dedizione e debbono andare fiere di quello che hanno compiuto in così poco tempo, portando avanti l'iniziativa 'Project Pitlane'. Tutti i sette team continuano a darsi da fare sulle altre due richieste e restano a disposizione per ulteriori necessità".

Prossimo Articolo
GP Francia: Macron allunga il lockdown, gara in dubbio

Articolo precedente

GP Francia: Macron allunga il lockdown, gara in dubbio

Prossimo Articolo

Retroscena Ferrari F92 A: il doppio fondo non era sbagliato

Retroscena Ferrari F92 A: il doppio fondo non era sbagliato
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble