Petronas cerca sui social l'ingegnere dei fluidi che seguirà il team Mercedes

condivisioni
commenti
Petronas cerca sui social l'ingegnere dei fluidi che seguirà il team Mercedes
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
08 lug 2018, 08:03

Giuseppe D'Arrigo, CEO di Petronas Lubricants Internatinal, ha lanciato una interessante opportunità lavorativa ai giovani che coltivano il sogno di entrare in F1. Ecco quali requisiti bisogna avere per partecipare.

Toto Wolff, Direttore del Motorsport, Mercedes AMG F1, con un ingegnere Petronas
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 W09
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Macchinario del Petronas Global Research & Technology Centre
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1, Giuseppe D'Arrigo, Petronas
Petronas Global Research & Technology Centre, esposizione
Bottas in visita presso Petronas Lubricants International a Villastellone

Un sogno che potrebbe diventare realtà grazie alla Petronas. Vivere un'esperienza lavorativa partecipando al successo del team Mercedes in F1. Non è un miraggio, ma una prospettiva molto concreta che il petroliere malese, sponsor e partner tecnico del team di Brackley quattro volte campione del mondo vuole offrire ai giovani attraverso i social media.

La Petronas Motorsport, infatti, ha un suo laboratorio mobile che è allestito in uno dei due bilici che la Mercedes "apre" nel paddock dei Gran Premi per ospitare i tecnici della squadra che analizzano in tempo reale le telemetrie delle frecce d'argento.

Salvatore Schembri, giovane siciliano che lavora con Petronas da un paio di anni, è il tecnico italiano che è chiamato insieme a Ahamad Nasri di fare le analisi dell'olio Syntium che viene prelevato dopo ogni sessione in pista per verificare se nel lubrificante ci sono tracce di metalli che possono identificare l'eventuale usura di una parte del 6 cilindri turbo. Un lavoro oscuro, ma molto importante specie adesso che le power unit devono avere una vita di almeno sette GP!

Schembri che sul campo gara segue anche i carburanti e i liquidici di raffreddamento del motore e dell'ERS, verrà presto promosso ad un ruolo più prestigioso nel nuovo Centro Ricerche Petronas che ha sede a Villastellone, poco fuori Torino, per cui Giuseppe D'Arrigo, amministratore delegato di Petronas Lubricants International, ha deciso di reclutare il suo successore lanciando un bando internazionale attraverso LinkedIn.

Per partecipare è sufficiente spedire il proprio curriculum a fluideng2018@plipetronas.com o accedere a LinkedIn. Bisogna essere laureati in ingegneria chimica o meccanica e avere due anni di esperienza nel settore, avendo una buona conoscenza del processo di analisi e dei suoi strumenti oltre che di motori e trasmissioni. La selezione globale è aperta fino al 7 ottobre e la scelta verrà fatta a fine anno, in modo tale che il nuovo Schembri possa essere attivo dai test invernali 2019.

"Cerchiamo un appassionato di F1 - ha spiegato D'Arrigo - che sia pronto a mettersi al servizio del team Mercedes facendo qualche rinuncia nella vita privata, ma avendo una grande opportunità lavorativa".

Al lancio dell'iniziativa avvenuta a margine del GP di Gran Bretagna ha partecipato anche Toto Wolff, direttore di Mercedes:
"Petronas è stata parte integrante del successo del team e la nostra partnership ha giocato un ruolo fondamentale nei quattro titoli consecutivi che abbiamo vinto insieme finora nel campionato mondiale di F1".

"Grazie alla loro competenza tecnica abbiamo goduto di un vantaggio competitivo dai loro carburanti e lubrificanti. Avere esperti in ingegneria dei fluidi come parte del team in un laboratorio di carburante a bordo pista ci ha dato un vantaggio, in quanto significa che possiamo svolgere molti dei test richiesti in pista. Sappiamo che i nostri dipendenti sono la chiave del nostro successo e siamo entusiasti dell'iniziativa di PLI di esplorare e coltivare nuovi talenti per continuare a supportarci anche nel paddock".

 

Prossimo articolo Formula 1
Wolff: "Ho visto segni di degrado sulle gomme Ferrari, migliori i nostri long run"

Previous article

Wolff: "Ho visto segni di degrado sulle gomme Ferrari, migliori i nostri long run"

Next article

Il caso: Vettel minimizza il problema al collo, ma condizionerà il GP del ferrarista?

Il caso: Vettel minimizza il problema al collo, ma condizionerà il GP del ferrarista?