Perez sicuro: "In Messico voglio vincere. Il team mi supporterà"

Sergio Perez vuole vincere il GP di casa, in Messico, e qualora fosse primo in gara con Verstappen alle sue spalle, pensa che la Red Bull lo supporterà. Ma il fattore gioco di squadra potrebbe avere la meglio...

Perez sicuro: "In Messico voglio vincere. Il team mi supporterà"

È uno scenario ipotizzato più dal cuore che dalla logica, ma alla vigilia della sua gara di casa, Sergio Perez sa che per la prima volta nella sua carriera dispone di una monoposto che potrebbe consentirgli di avverare il suo sogno, ovvero vincere il Gran Premio del Messico.

Non sarà un’impresa semplice, quella di Checo, perché se è pur vero che la Red Bull si candida ad essere la vettura da battere, la superiorità mostrata da Verstappen nei suoi confronti da inizio stagione non lascia spazio a tante speranze. Ma se l’aria di casa dovesse galvanizzare Perez, cosa accadrebbe in casa Red Bull?

La domanda è stata posta allo stesso Checo in modo molto chiaro. Se si ritrovasse in testa alla gara con Verstappen in seconda posizione, come si comporterebbe? La squadra gli lascerebbe la possibilità di vincere o gli ordinerebbe di dare strada? Perez ha risposto pesando le parole, mentre in sottofondo Daniel Ricciardo lo incitava… alla Ricciardo: “Devi vincere, amico!”.

Sergio Perez, Red Bull Racing, 3a posizione, in conferenza stampa

Sergio Perez, Red Bull Racing, 3a posizione, in conferenza stampa

Photo by: FIA Pool

Perez ha scelto una via più politica, ma non chiudendo alcun scenario: “Penso che sarebbe un grosso problema ma... dipende sempre dalla situazione, la maggior parte delle decisioni vengono normalmente prese durante la gara, quindi penso che agiremo basandoci sulle circostanze”.

I giornalisti, hanno spinto ulteriormente con una seconda domanda, e Perez è sembrato sbilanciarsi un po' di più: “Tutti intorno a me siano entusiasti, ad iniziare dalla la squadra fino al pubblico, è un luogo molto speciale per noi. Vedremo fino alla fine della gara, ma so che tutti nel team sanno bene che se c'è una gara che voglio vincere è questa, quindi sono sicuro di avere il pieno supporto da parte della squadra”.

Perez ha poi confermato di non avere ancora affrontato l’argomento con il team. “Non vedo il motivo di discuterne ora – ha dichiarato - penso che valuteremo sulla base della situazione in cui ci troveremo dopo le qualifiche, solo allora sapremo se varrà o meno la pena affrontare questo argomento, al momento non c'è alcuna garanzia che troveremo realmente in quella posizione. Ma se accadesse, beh, sarebbe un bel grattacapo per la squadra”.

condivisioni
commenti
F1 | Andretti svela perché è saltata la trattativa per Alfa Romeo
Articolo precedente

F1 | Andretti svela perché è saltata la trattativa per Alfa Romeo

Prossimo Articolo

F1 | Leclerc: "In Messico puntiamo in alto, ma siamo realisti"

F1 | Leclerc: "In Messico puntiamo in alto, ma siamo realisti"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021