Perez: punta alla Renault se non c'è speranza in Ferrari

condivisioni
commenti
Perez: punta alla Renault se non c'è speranza in Ferrari
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
11 giu 2016, 07:35

Sergio Perez ambisce a entrare in una squadra ufficiale: il messicano ha la spinta dello sponsor Claro per puntare a Maranello, ma non nasconde interesse per il team di Enstone dove punteranno anche su Ocon.

Sergio Perez, Sahara Force India F1 VJM09
Sergio Perez, Sahara Force India F1
Sergio Perez, Sahara Force India F1 VJM09
Sergio Perez, Sahara Force India F1 nella conferenza stampa FIA
Sergio Perez, Sahara Force India F1 VJM09
Sergio Perez, Sahara Force India F1 VJM09

Sergio Perez sta cavalcando il momento. Dopo un positivo inizio di stagione 2016 culminato nel podio di Montecarlo, il pilota messicano è molto attivo sul mercato piloti.

Il sogno, ovviamente, è quello di una chance in Ferrari, puntando sul buon lavoro fatto in Force India e su un possibile supporto da parte dello sponsor “Claro” (di proprietà del magnate messicano Carlos Slim) che è già partner della Ferrari. Ma a Maranello non è detto che rinuncino a Kimi Raikkonen, quindi Perez sta valutando delle alternative al sogno ferrarista.

Il suo nome è tra quelli che ambiscono ad una chance in Renault, squadra molto cercata sul mercato per due motivi. Sia Magnussen che Palmer sono legati al team con un contratto che scadrà a fine stagione (quindi potenzialmente ci sono due posti disponibili) ed in più si tratta di una squadra ufficiale all’inizio di un nuovo ciclo tecnico che prevede investimenti importanti e la possibilità di contrattare un buon compenso economico.

Uno dei sedili sembra destinato ad Esteban Ocon, ma ci sono da sciogliere nodi contrattuali non semplici, visto che il giovane francese (attuale terzo pilota della squadra) è un pilota della filiera Mercedes.

La squadra campione del Mondo non sembra tuttavia intenzionata a trattenere Ocon qualora l’attuale pilota DTM dovesse avere la chance per esordire da titolare in Formula 1, avendo Pascal Wehrlein in cima alla lista dei giovani allevati dal programma "junior".

Su un mercato piloti che sembra essere più frizzante nella seconda metà dello schieramento, c’è anche Felipe Nasr, attuale pilota Sauber che ha deciso di cambiare aria a fine stagione. Oltre alla crisi tecnica del team svizzero, a convincere Nasr a cercare alternative ha contribuito il “fattaccio” di Montecarlo, quando la squadra gli ha chiesto di lasciare strada al compagno Marcus Ericsson prima che lo svedese causasse il contratto fratricida alla Rascasse. Pare che Marcus stia trattando la sua permanenza a Hinwil...

Prossimo articolo Formula 1