Perez: "La lotta con Lewis nel momento peggiore della gara"

Il messicano è finalmente riuscito a tornare a podio al termine di una gara dove si è esaltato nel duello con Lewis Hamilton arrivato in un momento in cui era in grande crisi con le gomme intermedie.

Perez: "La lotta con Lewis nel momento peggiore della gara"

Il Gran Premio di Turchia ha regalato a Sergio Perez una occasione di riscatto. Il messicano della Red Bull, reduce da una serie di gare deludenti che l’hanno visto cogliere soltanto 16 punti da Silverstone a Sochi, è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio alle spalle di Bottas e Verstappen.

Per Perez l’appuntamento di Istanbul doveva rappresentare un momento di svolta e già ad inizio settimana aveva dichiarato di voler puntare al podio per dare una svolta decisa alla sua prima stagione con i colori del team di Milton Keynes.

Il messicano è stato protagonista del più bel duello ammirato in pista contro il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton.

Il pilota della Mercedes, scattato dalla undicesima casella per aver montato il quarto motore termico, ha disputato una prima parte di gara con il coltello tra i denti ed al giro numero 35, quando si trovava in quinta piazza, ha messo nel mirino la Red Bull numero 11.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Perez, nonostante la pressione di un Hamilton scatenato, non ha mai mollato ed ha resistito ad una manovra estrema dell’inglese che lo ha costretto a tagliare la corsia di ingresso della pit lane mantenendo così la quarta piazza.

"È stato un duello piuttosto intenso perché Lewis mi ha davvero preso nel mio momento peggiore della mia gara quando stavo faticando parecchio con le mie gomme".

"Il primo stint è stato molto complicato per me, soprattutto verso la fine, e Lewis era piuttosto veloce. Credo che che in quel momento fosse l'auto più veloce in pista e riuscire a tenerlo alle mie spalle è stato piuttosto impegnativo. Abbiamo dato vita ad una bella lotta e ho dovuto anche evitare il dissuasore all'ingresso dei box ".

Leggi anche:

A fine gara Perez ha poi confidato di aver spazzato via dalle spalle una pressione notevole con il terzo posto che lo ripaga delle delusioni vissute negli ultimi appuntamenti

"Onestamente nelle ultime gare sono stato molto sfortunato ed è stato bello concludere a podio in una gara come quella di oggi dove mi sentivo così a disagio con la macchina e non avevamo il ritmo per eguagliare la Mercedes".

Per Sergio l’unico punto debole in questa stagione resta ancora la qualifica. Anche in Turchia il messicano non è riuscito ad estrarre il massimo potenziale dalla sua Red Bull, ma con la consueta maestria nella gestione gomme è riuscito a portare a casa un risultato che fa morale.

"Per l'intero fine settimana sono stato molto più competitivo. In qualifica non ho avuto l'opportunità di mostrarlo perché siamo stati molto aggressivi con la nostra strategia e questo ci ha messo in difficoltà con le gomme morbide".

"Ho mostrato un buon ritmo per tutto il fine settimana e sono sicuro che avrei potuto avere una qualifica molto migliore, ma ad ogni modo si vede che il feeling con la vettura sta migliorando sempre di più”.

condivisioni
commenti
Caso ventolini F1: cambia la forma delle carenature per il 2022

Articolo precedente

Caso ventolini F1: cambia la forma delle carenature per il 2022

Prossimo Articolo

Tsunoda: "La difesa su Lewis? Per aiutare Max e la Honda"

Tsunoda: "La difesa su Lewis? Per aiutare Max e la Honda"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021