Perez: "Ho il cuore spezzato, ma l'azione legale è stata fatta per il bene della Force India"

condivisioni
commenti
Perez: "Ho il cuore spezzato, ma l'azione legale è stata fatta per il bene della Force India"
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
29 lug 2018, 07:28

Sergio Perez ha detto di avere il cuore spezzato per aver dato il via all'azione legale nei confronto di Vijay Mallya e della Force India, anche se ha aggiunto che era fondamentale per evitare il fallimento del team.

Sergio Perez, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India, cammina lungo il circuito
Sergio Perez, Force India VJM11, precede Esteban Ocon, Force India VJM11
Sergio Perez, Force India VJM11

La Force India è entrata in amministrazione controllata nella giornata di venerdì, in seguito ad un'azione orchestrata proprio da Perez, dalla Mercedes e dallo sponsor BWT.

Sebbene il messicano vanti dei crediti nei confronti della Force India, ha detto che l'intento con cui ha avviato la cosa è quello di garantire il futuro della squadra e non quello di recuperare i suoi soldi.

Leggi anche:

"Sono in una situazione molto difficile" ha detto Perez. "L'ultimo mese, o giù di lì, è stato estremamente difficile per me, perché mi sono ritrovato in mezzo alla situazione che sta vivendo la nostra squadra".

"Abbiamo raggiunto un punto in cui bisognava fare qualcosa per proteggere le 400 persone che lavorano nel team".

"Non avrei voluto essere coinvolto in questa cosa, perché alla fine sono solo un pilota, ma mi è stato chiesto proprio da alcuni membri del team di provare a dare una mano in questo modo".

"Non ha niente a che fare con i soldi che mi devono. L'unica ragione per cui l'ho fatto è stata salvare la squadra e garantirle un futuro migliore".

"E' stato estremamente difficile, emotivamente e mentalmente, davvero difficile".

"Io non capisco molto di tutti i termini legali, ma la cosa fondamentale è che eravamo arrivati ad un punto in cui la squadra sarebbe sparita se non lo avessimo fatto".

L'azione legale di Perez ha tolto a Vijay Mallya ed alla Orange India Holding Sarl il controllo di una potenziale vendita della squadra, ma ha anche evitato che la Force India finisse in liquidazione in un'azione legale separata prevista per mercoledì prossimo.

Leggi anche:

Perez ha spiegato di non aver ancora parlato con Mallya della situazione, ma spera che il manager indiano capisca le motivazioni che lo hanno spinto ad agire.

"Personalmente, adoro Vijay" ha aggiunto Perez. "Il mio cuore è davvero spezzato perché so che questo non è l'ideale per lui a breve termine".

"Siamo tutti consapevoli della situazione che sta attraversando, perché è in un momento molto difficile non solo legalmente, ma anche finanziariamente".

"Il team non era più sostenibile, quindi fondamentalmente mi sono trovato nella condizione di poter fare qualcosa per la squadra e dovevo farlo".

"Non eravamo più la squadra di un tempo dall'inizio di gennaio. Spero che questo ci possa aiutare ad essere più stabili e a tornare a lavorare serenamente come prima".

 

Red Bull: cosa si nasconde dietro al sabato nero di Verstappen e Ricciardo?

Articolo precedente

Red Bull: cosa si nasconde dietro al sabato nero di Verstappen e Ricciardo?

Prossimo Articolo

Brown rassicura la McLaren: "Abbiamo un piano per finalizzare l'accordo con James Key"

Brown rassicura la McLaren: "Abbiamo un piano per finalizzare l'accordo con James Key"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Sergio Perez Acquista adesso
Team Force India
Autore Ben Anderson