Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
103 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
145 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
159 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
173 giorni

Per i rivali la Ferrari fa qualcosa di "strano", ma per la FIA è tutto ok sulla Rossa

condivisioni
commenti
Per i rivali la Ferrari fa qualcosa di "strano", ma per la FIA è tutto ok sulla Rossa
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
25 lug 2018, 15:12

Il direttore di gara Charlie Whiting insiste sul fatto che la FIA è soddisfatta del funzionamento del sistema ibrido della Ferrari, nonostante continuino ad esserci dubbi in tal senso da parte delle squadre rivali.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Gene Haas, fondatore e presidente, Haas F1 Team e Charlie Whiting, Delegato FIA, in griglia
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, precede Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09, e Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, in griglia di partenza
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H precede Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

La FIA aveva annunciato a Monaco che le indagini che aveva svolto non avevano rivelato irregolarità da parte degli uomini del Cavallino.

Tuttavia, i rivali continuano a mettere in discussione la cosa, anche alla luce delle recenti prestazioni delle Haas e della Sauber, che sono le altre monoposto che montano le power unit della Rossa.

"Qualcosa sta succedendo, non è normale" ha detto il pilota Renault Nico Hulkenberg.

"Da un paio di fine settimana, credo dalla Francia, tutte le vetture motorizzate Ferrari sembrano avere tanta potenza in più".

"Per noi è difficile lottare con le Haas, perché nelle curve siamo al loro livello, ma sui rettilinei perdiamo molto".

Whiting ed altri personaggi chiave della FIA hanno avuto un incontro con i responsabili dei team nel motorhome della Mercedes ad Hockenheim.

"Siamo del tutto soddisfatti su questo fronte, come abbiamo detto a Monaco" ha detto Whiting.

"Alcuni team hanno fatto ulteriori domande e li abbiamo incontrati solo per cercare di aiutarli ad avere un po' di pace".

Quando gli è stato domandato se la Mercedes abbia fatto ancora delle richieste sulla legalità della soluzione Ferrari o se era solo interessata al proprio sviluppo, Whiting ha detto: "Anche in questo caso, queste sono discussioni private".

"Non credo che dovrei dirvelo. Se la Mercedes ne vorrà parlare lo potrà fare, ma penso che ciò che accade dietro a delle porte chiuse debba restare tale".

Toto Wolff, team principal della Mercedes, non è voluto scendere nei dettagli, lasciando intendere che si sia trattato di un incontro di routine.

"Gli scambi di opinioni con la FIA e con gli altri team, o motoristi, avvengono sempre in maniera costante".

"E' solo più visibile se lo si fa in un fine settimana, in pista, nel motorhome. Ma è del tutto normale discutere di argomenti tecnici".

Cyril Abiteboul, grande capo di Renault Sport F1, tuttavia, ha lasciato intendere che secondo lui la Ferrari sta facendo qualcosa di "strano", aggiungendo però che questo non implica che sia necessariamente illegale.

"Per prima cosa sabbiamo di avere un deficit di potenza, che è aumentato rispetto a quello che avevamo con la Mercedes" ha detto a Motorsport.com.

"Ora la Ferrari ha preso il sopravvento, quindi congratulazioni a loro in questa battaglia tecnica meno visibile. Il passo avanti che hanno fatto è sorprendente".

"E' un passo che però non sembrano aver fato con qualcosa di nuovo a livello di hardware, perché lo vediamo su tutte e tre le squadre. Non solo la Ferrari, che non è necessariamente in lotta con noi, ma anche la Haas e la Sauber, che invece sono nostre avversarie".

"E' chiaro che ci sta creando dei grattacapi, perché se guardiamo al GPS, vediamo che è molto strano quello che stanno facendo".

"Ma non vuol dire che fare qualcosa di strano sia per forza illegale. Credo che dobbiamo dare credito a ciò che hanno fatto e che questo debba essere per noi uno stimolo in più a lavorare e cercare di fare un passo in quella direzione".

Prossimo Articolo
Marchionne: le reazioni più significative sui social network dopo la scomparsa dell'ex presidente della Ferrari

Articolo precedente

Marchionne: le reazioni più significative sui social network dopo la scomparsa dell'ex presidente della Ferrari

Prossimo Articolo

Tensione tra Red Bull e Renault per la mancata sostituzione del V6 di Ricciardo in Germania

Tensione tra Red Bull e Renault per la mancata sostituzione del V6 di Ricciardo in Germania
Carica commenti